Esteri

Biden arriverà presto in Ucraina

Domenica è arrivata in visita a Kiev la Presedente della Camera USA, Nancy Pelosi, alla guida di una delegazione. La Presidente ha ribadito l’impegno di Washington a fornire armi all’Ucraina nonostante le minacce di Mosca. Così come gli Stati Uniti, anche il cancelliere tedesco Olaf Scholz, da Berlino, ha assicurato solidarietà all’Ucraina e l’invio di armi a Kiev.

Intanto la First Lady statunitense Jill Biden sarà in Romania e in Slovacchia dal 5 al 9 maggio. Lo scopo del viaggio è quello di incontrare i profughi ucraini, come rende noto il suo ufficio. Chiaramente la First Lady incontrerà anche i militari statunitensi e il personale delle ambasciate USA, oltre che operatori umanitari ed insegnanti.

Deputato USA su Biden a Kiev

“Io penso che sia all’esame una visita del Presidente Biden in Ucraina. Si tratta solo di capire quando avverrà. È solo una questione di tempo”. Queste le parole alla CNN del Presidente della Commissione Intelligence alla Camera Adam Schiff.

Il rappresentate democratico ha anche parlato dell’incontro a Kiev, durato tre ore, con il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky. La delegazione del Congresso è stata affidata alla guida dalla Speaker della Camera Nancy Pelosi. “Abbiamo chiesto a Zelensky quali fossero le priorità – spiega Schiff – in termini di armi, secondo lui”. Il sostegno statunitense, e non solo, sta però dando i suoi frutti. “Gli ucraini sono passati dalle imboscate ai carri armati russi all’attacco a distanza con l’artiglieria”.

Trump, “Putin ha visto la debolezza di Biden”

Donald Trump, ex Presidente statunitense, ha dichiarato che con lui alla Casa Bianca il Presidente russo Vladimir Putin “non avrebbe mai invaso”. Queste le sue parole dal Nebraska, dove sta parlando a centinaia di sostenitori. Il precedente Presidente ha poi aggiunto “Putin ha visto la debolezza. Ha visto l’incompetenza” nell’amministrazione Biden.

Ginevra Mattei

Seguici su Google News

Back to top button