Ferrero tra le aziende più ricche del mondo, secondo la rivista Bloomberg

La rivista americana Bloomberg ha stilato la classifica sui tycoon più ricchi del pianeta: Ferrero al 22° posto con un patrimonio di 30,5 miliardi

L’amministratore delegato dell’azienda Giovanni Ferrero. Foto Facebook

Ferrero tra le aziende più ricche al mondo secondo Bloomberg

La Nutella® vale più degli smartphone Samsung e degli hotel a 5 stelle Hyatt. La famosa crema spalmabile di Alba, ha permesso all’azienda Ferrero di finire tra le 25 famiglie più ricche del mondo. Lo stabilisce la classifica stilata dalla rivista statunitense Bloomberg sugli affari di famiglia. L’azienda piemontese si trova al 22° posto con un patrimonio pari a 30,5 miliardi di dollari ed è l’unica italiana inserita nell’elenco. Ai vertici della classifica ci sono i Walton (gestori della catena di supermarket Wal Mart), i Mars (creatori delle M&Ms) e i Koch (asfalto, chimica, energia). La multinazionale fondata nel 1946 da Pietro Ferrero fattura più di 11 miliardi di euro l’anno, generando oltre 220 milioni di profitti. Conta 31 fabbriche e 36 mila dipendenti.

Brevi origini dell’azienda

La Ferrero nasce ad Alba (Cuneo) nel 1946 fondata da Pietro Ferrero. Il fondatore aprì un laboratorio per dolci dove iniziò a creare delle golosità utilizzando le nocciole. La prima crema realizzata fu la Pasta Gianduja, ispirandosi al famoso cioccolatino torinese. Il prodotto venne subito apprezzato ed era anche economico. Fu lei l’antenata della Nutella che nacque nel 1964. L’attuale crema spalmabile è il prodotto di punta della Ferrero, grazie ad essa l’azienda è conosciuta in tutto il mondo. Sono tanti i prodotti realizzati e diffusi globalmente. Tra essi ricordiamo i Ferrero Rocher®, Pocket Coffee®, Mon Chéri®, Raffaello® e tanti altri, più tutti i dolci appartenenti alla linea Kinder®.

Restate aggiornati su Metropolitan Magazine Attualità. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA