Il Bologna esce sconfitto dal derby emiliano di ieri sera con il Sassuolo. La squadra di Mihajlovic, espulso, non ha mostrato la stessa freschezza fisica e lo stesso cinismo in occasione della vittoria contro l’Inter. Si allontana così il sogno europeo per i rossoblu, lontani dal Milan 8 punti. Intanto sul mercato, i dirigenti felsinei battono diverse piste per portare al Dall’Ara una punta di prospettiva e di qualità: piacciono Sebastiano Esposito e Adolfo Gaich.

Bologna, il post match con il Sassuolo è infuocato da Mihajlovic

Mihajlovic Bologna (Credit: LaPresse)
Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna- Photo credit: La Presse

Dopo la brillante vittoria a San Siro con l’Inter, il Bologna perde in casa con il Sassuolo un derby emiliano che valeva molto di più. Gli uomini di De Zerbi strappano 3 punti al Dall’Ara complicando il discorso qualificazione europea per la squadra di Mihajlovic, espulso e arrabbiato a fine partita. Ora i felsinei si trovano al 10mo posto della graduatoria, con 8 punti di distacco dal Milan e un calendario non semplicissimo da affrontare.

Domenica i rossoblu giocheranno un altro derby, con il Parma, poi mercoledì in casa con il Napoli, prima delle due trasferte contro Milan e l’Atalanta schiacciasassi. Le ultime tre partite saranno con Lecce, Fiorentina e Torino, tre squadre che al momento sono in lotta per non retrocedere. Al termine del match con il Sassuolo, ai microfoni di Sky Sport, Sinisa Mihajlovic ha rilasciato delle dichiarazioni velenose; di seguito alcuni passaggi.

“Abbiamo perso meritatamente, il Sassuolo ha giocato e corso meglio di noi… Sono stato espulso perché ho mandato l’arbitro a quel paese: siamo la squadra più ammonita al mondo e non è possibile…Probabilmente è più facile tirare fuori i cartellini con noi che con altri”

Non contento, il tecnico serbo spara a zero su Sky Calcio Club.

“Domenica abbiamo vinto contro l’Inter a San Siro, poi però alla sera ho visto quella trasmissione…condotta da quel piccolino sposato con Benedetta Parodi, e in mezzora di discussione sulla partita non ho sentito una singola parola sul Bologna…sembravate Inter Channel”

Gaich (Getty Images)
Gaich (Getty Images)

Il punto sul mercato del Bologna: piacciono Gaich ed Esposito

Il club rossoblu è alla ricerca di una prima punta per la prossima stagione. Tanti i profili seguiti, due in particolare accostati ultimamente anche ai rossoblu secondo il portale 1000cuorirossblu.it. Il primo è Sebastiano Esposito, il cui futuro all’Inter è ancora tutto da decifrare. Potrebbe rinnovare e andare in prestito oppure essere ceduto direttamente in prestito con diritto di recompra per i nerazzurri. Il Bologna segue con interesse il classe 2002, sul quale ci sono gli occhi anche del Parma e del Genoa.

Il secondo profilo è quello di Adolfo Gaich, attaccante argentino del San Lorenzo. Il classe 1999 verrà quasi sicuramente ceduto dal club sudamericano a causa degli importanti problemi finanziari in cui versa l’Argentina e il calcio locale. Su di lui però ci sono forti anche le pressioni di altri club che potrebbero a breve avanzare un’offerta: Milan ma soprattutto il CSKA Mosca.

Secondo calciomercato.com il Bologna avrebbe messo nel mirino anche un centrocampista brasiliano classe 2000. Si tratta di Victor Bobsin, del Gremio Porto Alegre, nazionale U20 e campione del Sud America con l’U17. Ricopre il ruolo di regista davanti alla difesa, ha grande leadership ma soprattutto ha gli occhi addosso di tanti club europei. Betis Siviglia, Spartak Mosca, Sporting Braga e Bayer Leverkusen, solo per citarne alcuni.

In uscita si parla molto di Mattias Svanberg. Lo svedese non ha trovato molto spazio quest’anno con la maglia felsinea, e secondo quanto riporta bolognasportnews.it, Everton e Arsenal sarebbero pronte a investire una somma per portare il classe 1999 in Premier League. Su di lui si era già mosso il Bournemouth con un’offerta di circa 15 milioni di euro. Vedremo Se Ancelotti saprà fare di meglio per aggiudicarsi le prestazioni dell’ex Malmo.

Seguici su Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA