Cronaca

Bologna, operaio 22enne muore schiacciato nell’Interporto

L’infortunio che ha provocato la morte del 22enne è avvenuto verso le una di notte, nel magazzino Sda all’interporto di Bentivoglio nel Bolognese. Il giovane è rimasto incastrato tra una ribalta e un mezzo pesante.

L’incidente nel magazzino Sda: l’operaio è morto sul colpo

Secondo una prima ricostruzione l’operaio 22enne, Yaya Yafa originario della Guinea Bissau, è rimasto schiacciato tra un camion e una paratia. L’incidente è avvenuto circa alle una di questa notte, mentre l’operaio era al lavoro nel polo logistico, con sede a Santa Maria in Duno di Bentivoglio. Il giovane lavorava per il corriere Sda Express Courier ed è rimasto incastrato tra una ribalta del magazzino del blocco 13.4 e un mezzo pesante parcheggiato a ridosso. Secondo quanto riportato da Ansa.it, il giovane operaio era dipendente della cooperativa di trasporti Metra.

L’incidente non gli ha lasciato scampo. Il ragazzo è morto sul colpo, a causa di uno sfondamento del torace. Sul posto è intervenuto il 118 e i carabinieri della compagni Molinella. Del caso si occuperà il personale della medicina del Lavoro. Il magazzino in cui si è consumata la tragedia resterà chiuso per tutto il giorno.

Il direttore generale dell’Interporto, Sergio Crespi, si è detto “addolorato e rattristato”. Ora resta da capire cosa sia successo.

Morti sul lavoro: i dati del 2021

I numeri delle morti sul lavoro del 2021 sono drammatici: secondo una stima al ribasso 3,2 lavoratori perdono la vita ogni giorno sul posto di lavoro. I numeri sono in aumento rispetto al 2020, complice il riavvio delle attività produttive rimaste ferme dopo il lockdown.

Nei primi 8 mesi del 2021 le morti sul lavoro sono state 772 e non sono calcolate le morti per Covid dopo il contagio sul posto di lavoro. In aumento le morti nel settore dell’agricoltura, dal 70 all’84 (+20%), l’ultima vittima in Val Aurina, Alto Adige e le morti nel tragitto casa-lavoro.

Un’analisi territoriale rivela che al Sud sono in aumento i decessi (da 165 a 211), così come nel Nord-Est (da 161 a 167) e nel Centro (da 147 a 150). In calo invece le vittime nel NordOvest (da 298 a 194) e nelle isole (da 52 a 50). Il maggior numero di vittime si registra in Lombardia (106), seguita dalla Campania (85), da Piemonte (69) e Emilia Romagna (68).

Seguici su Facebook e Instagram

Back to top button