Esteri

Bombardamenti nel centro di Zaporizhzhia: arriva la vendetta di Putin

La risposta al camion esploso sul ponte in Crimea non ha tardato ad arrivare: la vendetta di Putin si è abbattuta su un condominio a Zaporizhzhia provocando feriti. Esplosioni violente anche nel centro di Kiev. Mosca continua l’offensiva verso il Donbass, è alle porte di Bakhmut

La vendetta di Putin: bombardamenti a Zaporizhzhia e a Kiev

© Metin Aktas / ANADOLU AGENCY / Anadolu Agency via AFP

I missili russi si son abbattuti su un condominio di diversi piani al centro di Zaporizhzhia. Il capo dell’amministrazione della città “Il terrore del nemico continua. A seguito dell’attacco missilistico nel centro di Zaporizhzhia, un edificio residenziale a più piani è stato distrutto. Ci sono vittime”. Proprio ieri Putin ha accusato l’Ucraina di terrorismo facendo riferimento al camion esploso sul ponte di Kerch in Crimea: questa è stata la sua risposta.

Ci sono state esplosioni anche a Kiev intorno alle 7,15 ora italiana, ma non è stata l’unica città colpita dai missili. Secondo il Guardian sarebbero state udite esplosioni anche a Dnipro, Zhytomyr, Khmelnitsky e Ternopil. Notizie non confermate anche di esplosioni a Leopoli.

Le forze russe continuano l’offensiva nel Donbass, alle porte della città di Bakhmut. L’intelligence britannica “Nell’ultima settimana le forze russe hanno avanzato fino a 2 chilometri in direzione di Bakhmut, riuscendo quasi a entrare nella città, che è stata ampiamente danneggiata dai bombardamenti. In queste forze è probabile che vi siano unità del gruppo privato militare Wagner, compresi elementi reclutati recentemente nelle carceri russe”.

Francesca De Fabrizio

Seguici su Google News

Back to top button