Esteri

Guerra Russia Ucraina: Putin rivendica il Donbass e aumentano le sanzioni UE

Continua la guerra Ucraina-Russia, Putin rivendica il Donbass e promuove il lungotenente Cecenia Kaydrov, accusato di gravi violazioni ai diritti umani. Kiev prosegue nella controffensiva e scopre nuove atrocità. Intanto nuove sanzioni europee contro la Russia tra cui il price cap sul petrolio.

Guerra tra Russia e Ucraina: Putin rivendica il Donbass, sanzioni UE contro la Russia, price cap sul petrolio

Photocredit: Huffingtonpost.it

Continuano gli orrori della guerra tra Russia e Ucraina. Putin accusa gli Usa di essere coinvolti nel conflitto e promuove il lungotenente Cecenia Kadyrov, già accusato più volte di gravi violazioni ai diritti umani. “La situazione in Donbass sarà stabilizzata. La Russia potrà far sviluppare i territori tranquillamente” ha dichiarato Putin. Intanto Kiev scopre nuove atrocità proseguendo nella controffensiva: a Kharkix sono stati tolti denti d’oro ai cadaveri e Pisky-Radkivski è una mini Auschwitz. Ieri gli Eurofighter italiani nell’Air Policing Nato in Polonia hanno intercettato in volo 4 veivoli russi che si erano avvicinati agli spazi aerei polacco e svedese prima di essere costretti a rientrare a Kaliningrad.

Aumentano le sanzioni europee contro la Russia tra cui il price cap sul petrolio. La commissione europea lavora su due tetti diversi al prezzo del gas, la presidente Ursula von Der Leyen menziona un price cap per generare elettricità e uno sull’energia scambiata in Europa. In commissione non si fa però parola del price cap sul gas importato dalla Russia.

Nel frattempo Gazprom ha fatto ripartire le forniture di gas russo in Italia, gli stoccaggi superano ora il 91%. Continua l’allarme sul rincaro dell’energia, sono a rischio i fondi per la sanità. Il sindaco di Piombino ribadisce a Snam il no al rigassificatore, mentre Opec annuncia a Biden: da novembre saranno prodotti 2 milioni di greggio in meno al giorno.

Francesca De Fabrizio

Seguici su Google News

Back to top button