Le Rondinelle del presidente Cellino, dopo le ultime confortanti prestazioni, si preparano al calciomercato. Sarà fondamentale ritoccare la rosa e colmare le lacune per raggiungere la difficile salvezza.

Il Brescia è pronto a muoversi sul terreno impervio del calciomercato. Scopriamo insieme le possibili trattative del club lombardo neopromosso in Serie A.

TUTTI CON MISTER CORINI: IL BRESCIA È COMPATTO

Si avvicina il calciomercato invernale e il Brescia riflette. Potesse tornare indietro di un mese, con ogni probabilità, il presidente Cellino ci ripenserebbe cento volte prima di esonerare Massimo Corini. La breve e disastrosa esperienza di Grosso in panchina, ha rischiato di compromettere definitivamente la stagione del Brescia. Con l’ex Campione del Mondo in panchina, infatti, le Rondinelle hanno raccolto solo sconfitte, con 3 umilianti goleade sul groppone. Oltre ai nefasti risultati, il regno di Grosso ha creato anche strascichi all’interno dello spogliatoio, con la miccia Balotelli che sembrava pronta ad esplodere definitivamente. L’abbraccio caloroso di tutta la squadra a mister Corini, il giorno del suo ritorno in panchina, vale più di mille parole.

Risultati immagini per corini brescia abbraccio
Le belle immagini dell’affettuoso abbraccio dei giocatori del Brescia al mister Corini dopo il suo ritorno.
Credits: Corriere dello Sport

Tutta la rosa bresciana ha dimostrato di essere sempre stata dalla parte del condottiero che l’ha portata in serie A. Non è un caso che anche Mario Balotelli, da quel momento, abbia finalmente iniziato a segnare e a giocare in modo dignitoso. Le ultime, incoraggianti prestazioni, hanno riportato entusiasmo all’ambiente e alzato la fiducia in ottica salvezza. Già nelle prime giornate di questo campionato, il Brescia si era dimostrata squadra coraggiosa, capace di produrre un discreto calcio. Sotto la guida di Corini, le Rondinelle hanno spesso dato filo da torcere alle avversarie. In generale, la squadra lombarda sembra avere le carte in tavola per potersi salvare, anche al fronte delle evidenti difficoltà di molte dirette concorrenti, come il Genoa o lo Spal. Per questo motivo, sarà fondamentale ritoccare la rosa, mandando via i giocatori in esubero e puntellando i ruoli più deboli. E il calciomercato invernale arriva a pennello per il Brescia.

TUTTI SU TONALI

Un nome su tutti: Sandro Tonali. Il baby gioiello classe 2000 è sicuramente il giocatore che più di tutti si è messo in mostra in questo Brescia. Fondamentale nell’economia del gioco bianco azzurro, il giovane regista è entrato anche stabilmente nel giro della Nazionale. Le ottime prestazioni in campionato e le convincenti prime gare in Azzurro, hanno fatto scalare rapidamente gerarchie a Tonali nelle preferenze di Mancini. Il CT dell’Italia, infatti, sembra intenzionato a portarlo all’Europeo. Anche in serie A, nella sua stagione di esordio, il “piccolo Pirlo” è sembrato giocatore vero. Dotato di ottima visione di gioco ma anche di tangibile solidità, Tonali ha attirato le attenzioni di tante big.

Non è un mistero che le milanesi, la Juventus, la Fiorentina, la Roma, diverse squadre straniere e soprattutto il Napoli, abbiano messo gli occhi sul ragazzo. Proprio la società partenopea, alla disperata ricerca di un regista, sembra pronta a notevoli sforzi per strapparlo a Cellino già a Gennaio. Gattuso gioca col 4-3-3 e, per questo, necessita assolutamente di un centrocampista che crei gioco dal basso. Tonali rispecchia le caratteristiche ricercate da Ringhio. Curiosamente, tra l’altro, proprio Gattuso è sempre stato indicato da Tonali come il suo più grande idolo. Un connubio che potrebbe fare le fortune future del Napoli.

Risultati immagini per tonali brescia
Il baby gioiello del Brescia, Sandro Tonali. Il centrocampista della Nazionale è ambito da molte big.
Credits: Gazzetta dello Sport

La società del presidente De Laurentiis sembra disposta a sborsare circa 36 milioni di euro per acquistare il baby 2000. E’ una cifra che può bastare per convincere Cellino? E, soprattutto, il presidente bresciano lo lascerà partire subito? La trattativa non sembra semplice da chiudere per Gennaio. Più probabile che se ne riparli a Luglio, magari col Brescia salvo e col giocatore che aumenterebbe di valore dopo aver disputato l’Europeo.

IL CALCIOMERCATO DEL BRESCIA

Ritoccare la rosa senza lasciarsi andare a spese folli. Questo è l’imperativo di Massimo Cellino per il suo Brescia durante il calciomercato. In primis, ci sono da mandare via i giocatori in esubero, specialmente in attacco. Qui, sembra certo della partenza Matri. L’ex milanista e juventino non ha mai convinto e ha un accordo col Monza, capolista in Lega Pro. Con l’ormai quasi certa permanenza di Balotelli (che sarebbe andato via con Grosso in panca) anche Donnarumma potrebbe salutare la compagnia. Il bomber della promozione in A, dopo un confortante avvio, si è eclissato e ha perso posizioni nell’attacco delle Rondinelle. Per lui, ci sono tante offerte dalla cadetteria. In caso di doppia cessione di Matri e Donnarumma, il Brescia cercherà di aggiungere un attaccante alla rosa. Il sogno risponde al nome di Pjaca, in uscita dalla Juventus. Sul croato, però, la concorrenza è molto folta.

Risultati immagini per pjaca
Marko Pjaca è ambito da molte società di serie A, pronte a rilanciarlo dopo i problemi fisici. Anche il Brescia è sul giocatore.
Credits: Tuttosport

A centrocampo, invece, sono finiti nella lista dei cedibili i trequartisti Morosini e Tremolada e il giovane Mangraviti. In questo caso, il grande obiettivo per la mediana, è un nome molto noto al calcio italiano. Si fa sempre più insistente, infatti, la candidatura dello svizzero Valon Behrami. L’ex Udinese è attualmente svincolato e di recente ha dichiarato che vorrebbe avvicinarsi a Bergamo, dove abitano le figlie. Per questo, Brescia sembra essere la soluzione ideale per il tenace mediano di origine kosovara.

Una suggestione anche tra i pali. Il finlandese Joronen, dopo un buon avvio di stagione, ha commesso qualche errore e, inoltre, si è anche infortunato. Da Gennaio, tra gli svincolati, ci sarà anche un certo Emiliano Viviano. Il portiere, che si è appena liberato dallo Sporting Lisbona, è cresciuto proprio nel settore giovanile del Brescia. Ha un ingaggio piuttosto pesante ma la voglia di rimettersi in gioco e tornare in Italia potrebbero convincerlo ad abbassare le pretese. Per Eugenio Corini sarebbe un acquisto intelligente, che porterebbe qualità ed esperienza. Tutte qualità fondamentali per arrivare alla tanto agognata salvezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA