Cinema & Serie TV

“Bridgerton”: la regina Charlotte, protagonista di uno spin-off tutto per sé

Adv

Netflix decide di sfruttare a pieno il mondo di Bridgerton, oltre i romanzi esistenti creati da Julia Queen, ordinando una miniserie prequel dedicata al personaggio della Regina Charlotte e alla sua giovinezza. Protagoniste saranno Queen Charlotte, Lady Violet e Lady Danbury all’epoca della loro giovinezza e dei loro amori con affascinanti rappresentanti dell’alta società.

Riflettori puntati sulla Regina Charlotte

In arrivo lo Spin-off di Queen Charlotte in "Bridgerton" - Photo credits: Netflix
In arrivo lo Spin-off di Queen Charlotte in “Bridgerton” – Photo credits: Netflix

Concentrando i suoi rilasci con la formula del binge watching e del rilascio completo in una sola giornata, la piattaforma Netflix ha costantemente la necessità di produrre qualcosa di nuovo sperando che possa suscitare l’interesse del pubblico, arriva così la serie limitata spin-off, scritta e prodotta da Shonda Rhimes in collaborazione con Betsy Beers e Tom Verica. Bela Bajaria di Netflix ha dichiarato:

Molti spettatori non hanno mai conosciuto la storia della sovrana prima che Bridgerton la proponesse al mondo e questa nuova serie espanderà ulteriormente la sua storia e il mondo della serie. Shonda e il suo team stanno costruendo in modo attento l’universo di Bridgerton in modo da poter continuare a offrire ai fan la stessa qualità e lo stile cha amano. E pianificando e preparando le prossime stagioni speriamo inoltre di mantenere un ritmo che soddisferà anche gli spettatori più insaziabili.

Netflix ha inoltre annunciato che Jess Brownell sarà showrunner della terza e della quarta stagione della serie, sostituendo Chris Van Dusen che ha avuto l’incarico per le prime due stagioni:

Abbiamo lavorato per oltre un decennio con Jess Brownell e abbiamo voluto da tempo trovare il progetto giusto da affidarle. Quando è arrivato il momento di passare il testimone sapevo che la sua voce unica era vitale per il futuro dello show.

Bridgerton: lo spin-off dell’innocente regina nera

"Bridgerton" Spin-off, Golda Rosheuvel alias la regina Charlotte, protagonista di una miniserie tutta per sé - Photo credits: Netflix
“Bridgerton” Spin-off, Golda Rosheuvel alias la regina Charlotte, protagonista di una miniserie tutta per sé – Photo credits: Netflix

Le protagoniste della storia prequel sono già molto familiari al pubblico della saga: si tratta della Regina Charlotte, la lettrice più avida delle cronache di Lady Whistledonw in Bridgerton, di Lady Violet, mamma degli otto figli della storia principale, e Lady Danbury, una delle matrone più influenti dell’aristocrazia inglese. Il racconto, infatti, sarà ambientato ai tempi della loro gioventù quando, si presume, fossero tutte spensierate, innamorate e innocenti. I dettagli di trama sono ancora top secret, ma probabilmente le vicende raccontate prenderanno spunto dalla saga dei libri Rokesby. Ambientata svariati decenni prima delle vicende della saga originale, svela ad esempio come il visconte abbia incontrato e si sia innamorato di Lady Violet. Con grande gioia dei lettori, sicuramente altre figure femminili piuttosto ribelli e indipendenti popolano lo scenario inglese.

Se hai una passione ossessiva per il Nerd segui la redazione più colorata e fantasiosa del team “Unicorni” di Metropolitan Magazine. Ci trovi su Facebook e Instagram!

Giuliana Aglio

Adv
Adv

Giuliana Aglio

Laureanda in Scienze Politiche delle Relazioni Internazionali e Diplomatiche: Storia, Cultura, Mondo, Attualità, presso Unict. Amante della fotografia e della Settima Arte visionaria, come testimonianza storica d'impegno civile e documentaria, costantemente ispirata dal naturalista David Attenborough e da registi del calibro di Steven Spielberg, Martin Scorsese, Chris Columbus, Taika Waititi, Todd Phillips, Guillermo del Toro, Christopher Nolan e Denis Villeneuve. Innamorata dei Musical quali "The Greatest Showman" e del tanto acclamato "A Star is Born". Aspirando alla carriera da regista/giornalista continuerò ad emozionarmi non smettendo mai di sognare attraverso l'inspiegabile piacere che il cinema regala con la "magia" capace di rendere meravigliose le cose ordinarie e la "bellezza" di spingerci dove non ci sono confini e orizzonti.
Adv
Back to top button