Metropolitan Today

Cappella Sistina: il 15 agosto 1483 l’inaugurazione

Cappella Sistina: è il 15 agosto 1483, quando, Papa Sisto IV inaugura la cappella Palatina del Palazzo Apostolico, consacrandola all’Assunta. Ricordando l’inaugurazione ed i fatti storici del giorno.

Cappella Sistina, la consacrazione

Un’opera iniziata nel 1475 su progetto di Baccio Pontelli, realizzata da Giovannino de’ Dolci; capolavoro che vide la partecipazione di grandi artisti del Rinascimento italiano, fra questi: Botticelli, Perugino, Pinturicchio, Ghirlandaio, Signorelli. Nomi importanti dell’arte che, dal 1481 al 1482, affrescarono le pareti dell’ imponente navata. Circa un anno dopo, muore Sisto IV, colui che volle dedicarla e consacrarla all’Assunta: suo successore, è il nipote Giulio II della Rovere. Quest’ultimo, incarica Michelangelo Buonarroti di completare la decorazione della volta e delle lunette.

Cappella Sistina, volta di Michelangelo Buonarroti - Photo Credits: wikipedia
Cappella Sistina, volta di Michelangelo Buonarroti – Photo Credits: wikipedia

Il lavori, saranno ultimati nell’ottobre del 1512, e svelati ufficialmente il primo novembre. Gli affreschi, come il celebre Giudizio Universale, saranno terminati tra il 1525 e il 1541. Il momento ufficiale in cui, la Cappella Sistina, diverrà simbolo dei tesori artistici custoditi fra i più acclamati nel mondo.

Eventi storici del giorno

15 agosto 423: Flavio Onorio, primo imperatore romano d’Occidente, muore a Ravenna a 38 anni a causa di un edema, senza aver designato un erede al trono. E’ il 15 agosto 982, quando, l’imperatore del Sacro Romano ImperoOttone II, è sconfitto dai saraceni nella Battaglia di Capo Colonna, in Calabria. Mentre, è il 15 agosto 1096  quando ha inizio ufficialmente la Prima Crociata. Seconda guerra mondiale, 15 agosto 1945: l’Imperatore Hirohito annuncia la resa incondizionata del Giappone. Infine, il 15 agosto 1969, si ricorda il primo giorno del Festival di Woodstock che riunirà 400.000 spettatori

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Back to top button