Arte e Intrattenimento

Carla Fracci, la danza classica e tutti i personaggi interpretati dall’Étoile

Muore Carla Fracci, simbolo della danza italiana. Nella sua lunga carriera, numerosi i personaggi e i balletti di repertorio classico. E’ morta a 84 anni dopo le prime notizie che la descrivevano in gravi condizioni. Era nata nel 1936 a Milano, studiando nella scuola di ballo della Scala, di cui poi è diventata étoile.

Carla Fracci, tutti i personaggi: da Gisele a Cenerentola

Carla Fracci personaggi - Photo Credits: Viagginews
Carla Fracci – Photo Credits: Viagginews

Carla Fracci, leggenda del balletto e orgoglio italiano. Il New York Times la definìprima ballerina assoluta”; l’étoile interpreterà numerose personalità del balletto classico e romantico. I ruoli romantici interpretati dalla Fracci saranno, infatti, personaggi di opere e tragedie come Giselle, Giulietta, Sylphide, ma anche Medea, ballando al fianco dei più grandi danzatori e artisti come Rudolf Nureyev, Erik Bruhn, Rudolf Nureyev, Mikhail Baryshnikov, Mario Pistoni e Paolo Bortoluzzi.

E poi Margot Fonteyn, Gelsey Kirkland, Alicia Markova. Ha lavorato con coreografi come John Cranko, Maurice Béjart e Antony Tudor. Una vita circondata dall’arte in ogni sua forma, anche la poesia: su tutti, Eugenio Montale che le dedicò la lirica La danzatrice stanca. Sui suoi ruoli e i personaggi interpretati disse:

”Inevitabilmente i ruoli a cui si è più affezionati sono i tuoi cavali di battaglia e per me sono Giselle e Giulietta. Ma devo dire che nella mia carriera, lunga, lunghissima, ho imparato ad affrontare ogni ruolo con grande impegno”.

Duecento interpretazioni sulle punte

Ha appena 12 anni Carla Fracci quando interpretata una comparsa in uno dei più noti balletti del repertorio classico: La bella addormentata.  Nonostante non interpretasse il ruolo di personaggio principale, quel balletto sarà galetto; infatti, la vedrà danzare la leggendaria Margot Fonteyn. Si diploma nel 1954 e grazie al maestro Anton Dolin inizia a ballare con le più grandi ballerine del mondo. Il trampolino di lancio arriva nel 1956: Carla Fracci sostituisce la prima ballerina Violetta Verdy nella Cenerentola di Prokofiev. I suoi personaggi trasudano eleganza e leggiadria: diviene simbolo di grazia e, successivamente, Carla Fracci viene nominata prima ballerina della Scala. Giselle, Giulietta, Cenerentola, Swanilda, Francesca da Rimini, Medea, Sylphidesono più di duecento i personaggi interpretati dalla Fracci. Duecento ruoli, espressioni, vicende, interpretazioni e storie portate in scena con versatilità, empatia e sentimento esasperato:

“Il balletto ha un linguaggio più penetrante di quello teatrale, forse è proprio l’assenza della parola a renderlo tale”.

Immagine in copertina: Carla Fracci – Photo Credits: gossipetv.com

Adv
Adv

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Adv
Back to top button