Metropolitan Today

Charles Darwin approda sulle isole Galápagos

Il 15 settembre di 185 anni fa, nel 1835, Charles Darwin approdava sulle isole Galapagos durante il viaggio capitale che avrebbe gettato le basi per la teoria dell’evoluzione.

Fu il capitano del Beagle Fitzroy a richiedere la presenza di un civile a bordo con cui discutere di scienza e natura. Charles Darwin, allora poco più che ventenne, era già un appassionato di geologia e biologia.

Il brigantino Beagle di Charles Darwin photocredit:web
Il brigantino Beagle.
photocredit:web

Precedentemente utilizzato per alcuni viaggi esplorativi in Patagonia e la Terra del fuoco, un arcipelago dell’America del Sud, il Beagle salpò dal porto di Plymouth il 27 dicembre del 1831.

L’obiettivo del viaggio era quello di rilevare i profili costieri del Sudamerica

Il Beagle avrebbe proseguito verso l’Australia, passando poi per Città del Capo e di nuovo verso le coste del Brasile per poi attraccare nuovamente al porto di Plymouth.

Le condizioni meteorologiche costrinsero l’imbarcazione a numerose soste nei porti lungo il Sudamerica. Tale occasione fu propizia per Charles Darwin il quale ebbe modo di effettuare studi e ricerche su flora e fauna.

Ma sarà il contatto diretto con la natura ad offrire al giovane Darwin gli spunti fondamentali per la teoria evoluzionistica.

Per la prima volta il ricercatore ebbe modo di constatare la biodiversità di quei luoghi.

Darwin scoprì che in base alla forma del guscio delle tartarughe poteva essere riconosciuta l’isola di provenienza. Informazione che gli sarebbe stata utile per elaborare la teoria sulla differenziazione della specie, e la loro evoluzione, in base al contesto.

Charles Darwin photocredit:web
photocredit:web

L’importanza di quel viaggio raccontato nel libro The Voyage of Beagle, sarà constatata solo successivamente. Collaborando con il naturalista Richard Owen, Darwin elaborerà la teoria della lotta per a vita e sulla selezione che la natura compie sugli esseri viventi.

La Teoria verrà poi ampliata considerando il fattore genetico: una specie sviluppa causalmente un tratto genetico che meglio si adatta all’ambiente.

Per saperne di più su sull’argomento:
https://metropolitanmagazine.it/charles-darwin/
https://metropolitanmagazine.it/bioparco-roma-febbraio-charles-darwin/
https://metropolitanmagazine.it/happy-birthday-mr-darwin/

a cura di Claudia Cangianiello

Back to top button