Cultura

Cinema Suono 2020, vince ancora un cortometraggio francese

Cinema Suono a Cervia, il festival di cortometraggi senza sonoro musicati dal vivo, per la prima volta ai Magazzini del Sale. L’intervista a Matteo Fusconi


Ritorna Cinema Suono, festival internazionale di cortometraggi senza il sonoro e inediti musicati dal vivo. Tre serate dedicate al cinema per il contest internazionale che si svolge a Cervia, per la prima volta ai Magazzini del Sale, lunedì 27 luglio, lunedì 3 agosto, martedì 11 agosto, con inizio alle 20.30. Si conosceranno così i protagonisti vincitori dell’edizione 2020, che hanno partecipato al bando indetto dal Comune e promosso dalla Regione Emilia Romagna.

Tra le finalità della competizione, quella di valorizzare questa tipologia di pellicola, sia d’epoca che inedita, attraverso la creatività musicale giovanile.

CINEMA SUONO CERVIA 20220 - HUGO LE GOURRIEC , IL VINCITORE (C) SCAMBIAMENTI
CINEMA SUONO CERVIA 20220 – HUGO LE GOURRIEREC, IL VINCITORE (C) SCAMBIAMENTI

Una tendenza che si è affermata negli ultimi anni anche in Europa e oltre il continente, creando sinergie e collaborazioni tra Cervia e altre città. ll premio, oltre alla proiezione del cortometraggio al festival, è una residenza artistica per poter realizzare un video. Ma conosciamo nel dettaglio le novità di quest’anno insieme al coordinatore dell’evento Matteo Fusconi.

CINEMA SUONO CERVIA 2020 - MATTEO FUSCONI, ORGANIZZATORE E COORDINATORE DELL'EVENTO (C) SCAMBIAMENTI
CINEMA SUONO CERVIA 2020 – MATTEO FUSCONI, ORGANIZZATORE E COORDINATORE DELL’EVENTO (C) SCAMBIAMENTI


MMI: Com’è andata questa quarta edizione?
“Anche quest’anno abbiamo superato i 1400 cortometraggi, alcuni dei quali provenienti da altri continenti. Se il numero è rimasto più o meno invariato rispetto al 2019, è diminuito molto il numero dei film non adatti al concorso. In pratica, i film da giudicare sono stati più dell’anno scorso e questo è positivo per il Festival”.

MMI: Il coronavirus ha bloccato per mesi molte attività legate all’intrattenimento, voi siete riusciti ugualmente a portare avanti il festival. Vuoi raccontare qualcosa a proposito di questo?
“E’ stata una sfida. Per organizzare un festival si deve lavorare con molto anticipo e noi fino a poche settimane fa non eravamo nemmeno sicuri che l’edizione 2020 andasse in porto. Fortunatamente ci abbiamo creduto ed oggi possiamo dire di essere pronti ad accogliere il nostro pubblico”.

CINEMA SUONO CERVIA - MAGAZZINI DEL SALE (C) DAL WEB
CINEMA SUONO CERVIA – MAGAZZINI DEL SALE (C) DAL WEB


MMI: Quest’anno il festival è ai Magazzini del Sale, per la prima volta. E’ un salto di qualità per l’aumento di partecipanti o lo avete chiesto voi?
“Cinema Suono è un po’ cinema, un po’ musica, una contaminazione reciproca. Per questo ci sembra bello portare la manifestazione nei luoghi della città normalmente utilizzati per altre attività. Il Magazzino del Sale Torre è un edificio magnifico, uno dei simboli di Cervia dal 1691, che ogni estate ospita esposizioni d’arte ed eventi. Quest’anno il Covid-19 ha modificato in parte anche la modalità di fruizione degli eventi aperti al pubblico, per cui abbiamo chiesto al Comune di Cervia di inserirci in questa location. Il festival di questa edizione, quindi, convivrà con le installazioni artistiche e questo non può che aumentare il pregio della rassegna”.

CINEMA SUONO CERVIA - UNA SCENA DI PIPO AND BLIND LOVE (C) SCAMBIAMENTI
CINEMA SUONO CERVIA – UNA SCENA DI PIPO AND BLIND LOVE (C) SCAMBIAMENTI

MMI: Veniamo ai vincitori. Chi sono e da chi è composta la commissione giudicatrice?
“Il vincitore della sezione cortometraggi 2020 è Hugo Le Gourrierec, regista francese emergente che ha presentato l’opera Pipo and Blind Love, dal riuscito sapore retrofutiristico di cui si potrà godere nella serata d’esordio del 27 luglio, insieme alla musica della band Arya che musica il film. Di seguito, invece, un omaggio a Louis Malle con la proiezione in versione muta di Zazie nel metrò accompagnata dal pianoforte di Filippo Gasperoni.

 CINEMA SUONO CERVIA 2020 - PEPE MOLINA CRUZ, SECONDO CLASSIFICATO (C) SCAMBIAMENTI
CINEMA SUONO CERVIA 2020- PEPE MOLINA CRUZ, SECONDO CLASSIFICATO (C) SCAMBIAMENTI


Al secondo posto c’è Requiem dello spagnolo Pepe Molina Cruz, che viene proiettato nella serata di lunedì 3 agosto, seguito dalla proiezione del film Ferro 3 di Kim Ki-Duk musicato da Andrea Fioravanti. Infine, il terzo classificato è Pilot del regista polacco Daniel Le Hai.

 CINEMA SUONO CERVIA 2020 - REQIUEM (C) SCAMBIAMENTI
CINEMA SUONO CERVIA 2020 – REQIUEM (C) SCAMBIAMENTI


Nella serata finale, martedì 11 agosto, viene proiettato il video girato da Jethro Massey, regista franco britannico vincitore dell’edizione 2019 con il corto Trauma Industries, che quest’anno presenta Never apply salt to attract a potential lover, seguito dall’opera di Roussel Rouse, La spia, del 1952, musicato dai Camera 66.

CINEMA SUONO CERVIA: AL CENTRO, IN GIACCA AZZURRA, IL REGISTA JETHRO MASSEY, VINCITORE DELL'EDIZIONE 2019 INSIEME AL GRUPPO MUSICALE GENOMA (C) METROPOLITAN MAGAZINE
CINEMA SUONO CERVIA: AL CENTRO, IN GIACCA AZZURRA, IL REGISTA JETHRO MASSEY, VINCITORE DELL’EDIZIONE 2019 INSIEME AL GRUPPO MUSICALE GENOMA (C) METROPOLITAN MAGAZINE


Siamo contenti di confermare la vocazione internazionale di Cinema Suono, tanto che hanno fatto il loro ingresso nella commissione di giuria i rappresentanti delle rassegne cinematografiche amiche in Francia e Polonia, con cui stiamo costruendo delle interessanti prospettive di sviluppo. Parlo della rassegna La Baule Images di La Baule-Escoublac e del popolare festival polacco Zoom, i cui membri hanno contribuito al risultato votando la loro opera preferita. Gli altri giurati sono stati i membri della squadra dello Spazio Culturale Scambiamenti e qualche esterno, esperti di cinema di cui abbiamo vagliato attentamente la candidatura”.

CINEMA SUONO 2020 - LO STAFF DEI COLLABORATORI (C) SCAMBIAMENTI
CINEMA SUONO 2020 – LO STAFF DEI COLLABORATORI (C) SCAMBIAMENTI

MMI: Anche quest’anno il festival è inserito nel progetto regionale “Europa in prima visione” e/o ci sono altre partnership?

“Il progetto Europa in prima visione purtroppo non è stato confermato, ma le collaborazioni con gli ex partner di progetto continuano, a riprova del fatto che si è seminato bene. L’idea alla base di Cinema Suono è piaciuta, ed il potenziale di replicabilità all’estero è elevato. Speriamo che qualche risultato concreto possa esserci. Manteniamo gli occhi aperti sperando di valorizzare la partecipazione dei musicisti e dei registi ad un livello sovranazionale”.

MMI: Vuoi raccontarci qualcosa su Jethro Massey, che ha trascorso la sua residenza artistica qui a Cervia in gennaio, anche solo un aneddoto?

“Sì, quando ci ha chiesto di rintracciare una barca da pesca! Devo dire che siamo rimasti tutti stupiti, era gennaio e faceva un gran freddo! Fortunatamente la comunità di Cervia si è mobilitata e siamo riusciti a trovare un’imbarcazione, i cui proprietari hanno poi finito per recitare in ‘Never Apply Salt to Attract a Potential Lover’. Non avevamo mai considerato di girare un film in mare con temperature così basse. Gli attori erano un po’ infreddoliti ma il risultato è stato grandioso e ha coinvolto a titolo gratuito luoghi e persone della città come mai prima d’ora. Tutti potranno vedere l’11 agosto quanto il risultato sia “cervese”! Gli attori sono stati decisamente all’altezza: dai protagonisti Carlotta Pircher e Daniele Vaienti, agli attori che sono apparsi in piccoli cameo”.


MMI: Chi ha partecipato alla realizzazione dell’evento, oltre ai membri della commissione?

Scambiamenti, lo spazio culturale del Comune di Cervia che organizza Cinema Suono (di cui Fusconi è coordinatore, ndr), vede gravitare attorno a sé un gran numero di ragazzi che sono stati entusiasti di dare una mano durante le riprese come assistenti di produzione, trucco, foto di scena e logistica. Chiara Porto per il trucco, Elisa Paolucci Giannettoni per le foto di scena, Jacopo Gioacchini, Ciro Liberatore, Mattia Marinelli, Alessandra Castorrini, Paul Dabau come assistenti alla produzione. Non abbiamo avuto il sostegno di privati, abbiamo contato sulle nostre forze anche se sarebbe bello avvalerci della collaborazione di qualcuno in futuro”.

a cura di Anna Cavallo

Back to top button