Coronavirus, il Bari in quarantena al San Nicola

Col Coronavirus che assedia l’Italia, CatanzaroBari è stata l’ultima partita del calcio italiano e i biancorossi ancora una volta non sono riusciti a strappare una vittoria. La Reggina è a nove lunghezze di distanza e i biancorossi hanno confermato un trend negativo andato consolidandosi nelle ultime uscite: lontano dal San Nicola si fa fatica. Non è una novità per la piazza pugliese, ma così il calendario si fa sempre più difficile: un mese di quarantena per riflettere e capire cosa c’è che non funziona.

Nessuna sconfitta, ma tanta fatica

Se la settimana scorsa esaltavamo l’impatto da record di Vivarini sul piano dei risultati, oggi c’è da riconoscere anche che questo dato statistico conta ben poco. Spieghiamoci: ottenere venticinque risultati utili consecutivi non può che essere un motivo di orgoglio, soprattutto in un campionato complesso come la Serie C e in questo Girone. La Reggina ha una marcia fuori dal comune, ma i pareggi ottenuti dai biancorossi nei momenti decisivi pesano. Più volte però i galletti hanno avuto la possibilità di avvicinarsi al primo posto e poter lottare fino alla fine per la promozione diretta, ma non hanno mai compiuto quel passo in più.

La fatica lontano dal San Nicola

Se tra novembre e dicembre anche in trasferta i biancorossi hanno ottenuto successi, guadagnando gradualmente posizioni in classifica, negli ultimi mesi il trend è cambiato. E forse questo, più che far riflettere dal punto di vista statistico, mostra un problema a livello mentale. Perché ora che il passo da compiere è quello di arrivare in cima, agguantare la capolista, il Bari è più bloccato; ne sono un esempio i pareggi contro Monopoli e Cavese, entrambi fuori casa, entrambi quando era possibile avvicinarsi al primo posto. Con l’emergenza Coronavirus, il Bari sarà fermo per circa un mese: sarà bene riflettere e capire come invertire questo trend e, eventualmente, non ripeterlo ai playoff.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Seguici su:
Facebook

Twitter

© RIPRODUZIONE RISERVATA