Musica

Damon Albarn, il lockdown e la riscoperta musicale

Il lockdown, ha obbligato indubbiamente a delle limitazioni considerevoli, che sono sconfinate oltre il solo lato fisico. L’espressione e il pensiero in qualche modo, sono stati messi da parte, lasciando spazio a molto baccano. I social e il web hanno manifestato molto rumore che per alcuni è stata una liberazione, per altri un fastidio. Damon Albarn, fondatore dei Blur e dei Gorillaz, ha sfornato un nuovo disco proprio in quel periodo. Ispirato molto dai paesaggi islandesi, ha abbracciato la natura e ha dato vita ad un nuovo album solista: intenso, riflessivo e intimo. Questo ultimo lavoro, dimostra la voglia di rimettersi in gioco dell’artista, oltre alla continua tentazione di sperimentare. I paragoni e i confronti col passato non sono più credibili, perchè spesso, Albarn ha già dimostrato di sapersi distaccare e imbattersi in nuovi generi come fossero territori nuovi da esplorare.

Damon Albarn, il suo nuovo disco e le chiavi interpretative

Se dovessimo cercare all’interno dei parallerismi con altri grandi artsiti, nelle undici tracce del disco di Damon Albarn troveremmo Nick Cave è il suo modo di rapportarsi ai sentimenti. C’è qualcosa del David Bowie tra l’unione di voce e il sound jazz. Ma sarebbe troppo riduttivo ancorarsi a pochi filoni musicali. Le tematiche affrontate e ricercate nell’album, sono senza alcun dubbio la Fragilità, la perdita e il continuo rinascere nuovamente. Come un vero cantastorie, Albarn affronta anche la tematica del clima e del cambiamento, facendo trasparire grande maturità nelle sue parole e nei suoi racconti. Nella scrittura dell’opera, l’artista ha dichiarato momenti cupi e più neri, ma che sono poi sfociati in pesnieri più ottimistici e preposti verso una nuova luce. “The nearer the fountain, more pure the stream flows” brano che da il titolo al disco, rappresenta per intero il flusso emotivo attraversato probabilmente in prima persona, proprio dallo stesso artista. Classificandola come traccia apripista di un viaggio, che sfocia in vari mondi e varie interpretazioni.

Back to top button