InfoGeek

Dopo Apple anche WhatsApp introduce la “full immersion”

Introdotta per la prima volta da Apple nei sistemi operativi iOS 15. Ora anche Whatsapp introduce «full immersion» la funzione pensata per ridurre al minimo le distrazioni causate dai nostri smartphone.

Sono utili per aiutarci a focalizzare l’attenzione su ciò che stiamo facendo, senza distrazioni. Inoltre sono personalizzabili a seconda delle nostre esigenze, la feature ci consente di decidere quando ricevere gli avvisi ed è addirittura in grado di informare gli altri quando non siamo disponibili.

WhatsApp introduce le “full immersion” e aggiorna i messaggi vocali

Con l’ultima versione rilasciata nell’App Store, WhatsApp ha pensato bene di introdurre il supporto alle full immersion. Da adesso sarà più facile tenere alla larga le distrazioni.

Potremo infatti abilitare le notifiche e gli avvisi per i contatti inclusi in una whitelist e silenziarli per tutti gli altri. Questo però solo se si ha un sistema iOS 15. La release per iPhone, inoltre, vede arrivare un aggiornamento per le notifiche che adesso sono corredate dall’immagine del profilo o del gruppo.

Per quanto riguarda invece i messaggi vocali, arriva una novità che rende più facile e comoda la registrazione degli audio: si potrà interrompere e riprendere in qualsiasi momento. Per far apparire i pulsanti pausa e riprendi, basterà avviare la registrazione toccando l’icona del microfono e bloccarla scorrendo verso il lucchetto che appare in alto. Al termine, per evitare spiacevoli inconvenienti, possiamo anche riascoltare il messaggio prima di inviarlo definitivamente.

Queste novità sono al momento disponibili solo per gli utenti Apple, ma sembra che presto potrebbero arrivare anche su Android.

Segui Metropolitan Magazine su Facebook

Back to top button