Approfondimenti

Energia elettrica: è davvero possibile risparmiare sulla luce grazie al mercato libero?

La spesa legata ai consumi di energia elettrica è senza dubbio una di quelle che impatta maggiormente sul bilancio personale o familiare, motivo per cui un’ampia fetta di italiani è alla ricerca di opportunità di risparmio in grado di determinare un taglio dei costi in bolletta.

Per questa ragione, l’interesse si sta concentrando sempre più spesso sul mercato libero, in cui è possibile trovare offerte in cui il prezzo della materia energia viene stabilito direttamente dai fornitori, che in questo modo possono formulare tariffe competitive.

Si tratta della prima e più importante differenza rispetto al servizio di maggior tutela, in cui ogni tre mesi il costo dell’energia viene stabilito direttamente dall’Autorità di regolazione Energia Reti e Ambiente (ARERA).

Il mercato libero, quindi, garantisce all’utente maggiore possibilità di scelta. Proprio questo aspetto, tuttavia, spesso può disorientare e rendere difficile trovare un’offerta luce adatta al proprio fabbisogno energetico e al tempo stesso davvero conveniente dal punto di vista economico.

Come scegliere un fornitore per la luce sul mercato libero

Per scegliere il fornitore per la luce domestica in modo consapevole può essere utile procedere a un’analisi preliminare delle promozioni disponibili attualmente sul mercato.

Si tratta di un’operazione che al giorno d’oggi può essere effettuata anche online, grazie a portali specializzati come offertenergia.it, che permette di confrontare i migliori prezzi per la luce in modo semplice e veloce, così da individuare la soluzione in grado di garantire maggiore risparmio sulla base delle proprie necessità.

Un altro aspetto importante da tenere in considerazione in fase di scelta è legato alle opportunità di risparmio offerte dalle modalità di gestione dell’utenza luce. I fornitori che mettono a disposizione degli utenti l’attivazione online della fornitura, per esempio, generalmente permettono anche di procedere dal web a corrispondere i pagamenti. Si tratta di una possibilità che consente di tagliare i costi legati alle spese di commissione dei servizi effettuati presso lo sportello di un ufficio postale o di una filiale bancaria.

Inoltre, questa modalità consente di evitare ritardi nell’arrivo a casa delle bollette cartacee, un’eventualità che in alcune occasioni può determinare uno slittamento del pagamento oltre il termine prestabilito e, di conseguenza, la richiesta del fornitore di interessi di mora da corrispondere.

I vantaggi di scegliere un’offerta luce sul mercato libero dell’energia

Innanzitutto, è bene ricordare che in fase di sottoscrizione di un’offerta luce è possibile scegliere tra due diverse tipologie di tariffe, quelle monorarie e biorarie, che si caratterizzano per i costi diversi della materia energia.

In particolare, una tariffa monoraria permette di beneficiare di un prezzo dell’energia fisso per tutto l’arco della giornata, a prescindere dall’ora o dal giorno della settimana; mentre una tariffa bioraria presenta prezzi dell’energia diversi a seconda dell’orario e del giorno in cui vengono effettuati i consumi: la convenienza maggiore si registra nel fine settimana e nei giorni festivi, così come nelle ore serali dal lunedì al venerdì.

Il risparmio maggiore, anche nel caso di scelta di tariffa multifascia, si registra proprio orientandosi verso le offerte del mercato libero: nel mercato tutelato, infatti, molto spesso c’è una differenza esigua per quello che riguarda i prezzi della tariffa monoraria e di quella bioraria.

Il risparmio sulla bolletta della luce, grazie al mercato libero, può arrivare anche per quello che riguarda le seconde case, in particolare in merito agli oneri di sistema.

I costi legati a questa voce di spesa, infatti, sono legati esclusivamente all’energia consumata – la cosiddetta quota energia – per quello che riguarda la prima casa, mentre per le seconde abitazioni alla quota energia si aggiunge anche un costo fisso.

Le seconde case, quindi, richiedono una spesa maggiore alle famiglie per quello che riguarda la luce, ma le opportunità del mercato libero consentono di scegliere offerte formulate appositamente per questo tipo di abitazione, pensate dai fornitori per rendere più sostenibili i costi legati alla quota energia.

Infine, è bene ricordare come il mercato libero consenta di risparmiare sulla bolletta della luce, sia per quanto riguarda le prime che le seconde case, grazie alla possibilità di sottoscrivere contratti dual fuel, con cui richiedere la fornitura di energia elettrica e di gas a unico fornitore, che generalmente presenta prezzi ancora più convenienti per quello che riguarda questo particolare tipo di offerte.

Mr. Red

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e questo è quanto basta.
Back to top button