Motomondiale

Fabio Quartararo vuota il sacco: “Yamaha? Sì, ero pronto a lasciarla”

Un inizio davvero molto turbolento in questo Motomondiale per l’accoppiata Fabio QuartararoYamaha. L’avvio dell’annata di MotoGP aveva gettato ombre sempre più oblunghe e minacciose sul legame lavorativo tra l’attuale campione del mondo in carica francese ed il team giapponese che lo scorso anno aveva portato il Diablo a primeggiare sulla classe regina. Dopo il Gran Premio di Jerez, infatti, il centauro transalpino sembrava in odore di addio: all’iridato non piaceva per niente il lavoro svolto dalla squadra. Dopo vari aggiustamenti, però, è tornato magicamente il sereno: vittorie, primo posto nella classifica piloti del 2022 e, soprattutto, il rinnovo contrattuale fino al 2024. Pericolo scampato, insomma.

Le parole di Fabio Quartararo

Fabio Quartararo vuota il sacco: "Yamaha? Sì, ero pronto a lasciarla"
(Credit foto – pagina Facebook Fabio Quartararo)

Al GP di Jerez ero pronto a lasciare la Yamaha. Poi durante nel viaggio dall’Argentina ad Austin, mi sono detto che stavo sbagliando, che ero entrato in una spirale negativa. Non aveva senso continuare così. Mi sono detto: ‘Sì, non vincerai. Ma vai là fuori e dai il massimo’ E ha funzionato. Ho lasciato gli Stati Uniti con una mentalità completamente diversa. Non è cambiata la moto, ma la mia mentalità. Hanno messo sul tavolo un progetto che mi piace – ha aggiunto il campione del mondo in carica di Yamaha ai microfoni di Speedweek -. Hanno ingaggiato ingegneri che stanno lavorando molto duramente sul motore per il prossimo anno e sono molto a mio agio con la M1. Ecco perché faremo altri due anni insieme“.

(Credit foto – pagina Facebook Fabio Quartararo)

Seguici su Google News

Back to top button