Federal Reserve: tassi di interesse invariati fino al 2023

Secondo le previsioni della Federal Reserve il Pil crescerà del 6,5% quest’anno, la disoccupazione si attesterà al 5%: l’inflazione salirà al 2,4% quest’anno.

Stime della Federal Reserve

La Federal Reserve manterrà i tassi di interesse fermi almeno fino al 2023, ma rivede al rialzo le stime sull’economia statunitense

Secondo le nuove previsioni, il Pil crescerà del 6,5% quest’anno, contro il più 4,5% atteso a dicembre.

La disoccupazione si attesterà al 5% contro il 4,5% della precedente proiezione: l’inflazione salirà al 2,4% quest’anno prima di tornare a raffreddarsi nel 2022

Nonostante ciò, il miglioramento delle prospettive economiche non cambia le attese sui tassi: il costo del denaro viene mantenuto fermo tra lo 0 e lo 0,25%.

Le parole della Fed

“Dopo un rallentamento della ripresa, la strada dipenderà in modo significativo dall’andamento del virus e dai progressi sulle vaccinazioni. L’attuale crisi sanitaria continua a pesare sull’attività economica, l’occupazione e l’inflazione, e pone rischi considerevoli alle prospettive economiche”.

Ciò che la Federal Reserve si attende è di mantenere la politica monetaria accomodante, fino a quando non avrà centrato i suoi obiettivi della stabilità dei prezzi e della massima occupazione.

Il presidente Jerome Powell

Il presidente Jerome Powell, in conferenza stampa, ha dichiarato:

“La ripresa complessiva delle attività economiche negli Stati Sniti è dovuta ad azioni fiscali e di politica monetaria senza precedenti”.

Ha poi ribadito che la ripresa è ancora lontana dall’essere completa e resta irregolare.

Però, per Powell, la campagna di vaccinazione offre speranza per un ritorno a condizioni più normali nel corso dell’anno.

Infine, la Federal Reserve ha confermato che continuerà ad acquistare 120 miliardi di obbligazioni ogni mese per mantenere bassi i costi di indebitamento a più lungo termine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA