Franco Morbidelli: “Rossi? Un amico e il primo da battere”

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

Dopo la presentazione del team Petronas Yamaha SRT Franco Morbidelli torna a parlare del rapporto speciale con il nuovo compagno di box Valentino Rossi e delle aspettative per la MotoGP 2021. Partito come uno dei primi allievi della VR46 Academy, Morbidelli è ora pronto a rubare la scena al mentore, amico e leggenda Valentino. Già nella passata edizione della MotoGP il Morbido aveva dimostrato il suo talento confermandosi come il miglior pilota in sella a Yamaha, ma il 2021 sarà una sfida tutta nuova. Nonostante le pressioni il Morbido non si scompone e guarda con serenità al futuro col Dottore: “É solo un gioco. Niente è forte come l’amicizia”.

Le parole di Franco Morbidelli

“Verso Valentino avrò lo stesso atteggiamento corretto e giusto che ho nei confronti di tutti gli amici per ogni aspetto della vita. Lotteremo in modo duro e corretto, come è stato in tutta la mia vita: cambia nulla. Certo, stiamo combattendo per qualcosa di grande, ma dobbiamo ricordare che niente è grande come l’amicizia e l’amore: il lato umano è più importante dei giochi e il nostro è un gioco, è importante ricordarlo quando stai lottando nelle posizioni al top e spero che lotteremo per i primi posti e cose importanti. Nel box affianco io vedrò, sia un amico, sia il primo rivale da battere: è difficile dividere le due cose. Piuttosto ci potrebbe aiutare lo scambio di informazioni, non tecniche, ma personali. Una sorta di feedback generale che potrebbe essere un vantaggio”.Franco Morbidelli #21

Favorito per il Mondiale? “Orgoglioso, ma che responsabilità”

Con il duo Morbidelli-Rossi, Petronas è pronta a schierare in griglia una delle coppie più affiatate e competitive. Se da un lato Valentino Rossi non è più un “giovane”, il #46 è ancora lontano dall’appendere il casco al chiodo. Gli anni di esperienza sulle spalle, inoltre, si sono spesso rivelati un valore aggiunto piuttosto che un limite. Al fianco della leggenda l’italo-brasiliano, nonché vice campione della MotoGP, che si avvia alla sua quarta presenza nella classe regina come uno dei favoriti nella corsa all’iridato.

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli si prepara a iniziare il Mondiale 2021 della MotoGP da favorito nella corsa al titolo. – Photo Credit: MotoGP.com

“È bello che i tuoi colleghi riconoscano il tuo valore, è una cosa che mi inorgoglisce, ma da questo orgoglio deriva anche una grande responsabilità. Non mi voglio nascondere dietro risposte predefinite: l’anno scorso ho avuto un’ottima stagione, con possibilità di attaccare e spremere il meglio dalla mia moto e ora il mio compito è di continuare e crescere ancora. Più che sentirmi un favorito per il mondiale, devo esserlo: dovrò replicare il mio lavoro e anche migliorarlo. Avvicinandosi al top le cose si fanno più serie e per tenere il livello raggiunto servono più allenamento, concentrazione e attenzione. Dovrò fare ancora più attenzione ai piccoli dettagli che fanno la differenza nella lotta per vincere: è qualcosa su cui lavorerò”.

Prossima fermata: Qatar

Domani Franco Morbidelli inizierà il viaggio tanto atteso verso il Qatar. Nel weekend i piloti della MotoGP torneranno infatti sul tracciato di Losail per testare i nuovi prototipi. Nel 2021 il numero #21 sarà l’unico pilota Yamaha a utilizzare il modello M1 Spec-A; aggiornato sì, ma pur sempre meno aggiornato dei prototipi factory affidati a Rossi, Vinales e Quartararo.

“Il gap fra la mia moto e le altre M1 non è così grande, ci sono piccoli aggiornamenti di differenza. Nel nostro team sono sicuro che non ci sia una gerarchia, io e Vale saremo trattati entrambi molto bene: io ho fatto meglio di lui l’anno scorso, ma lui ha fatto meglio di me di me in tutta la sua carriera e sono certo che Petronas sarà brava a gestirci al meglio e a trattarci allo stesso modo. Non penso a cose che non posso controllare, le lascio al nostro boss Razali: so che farà la cosa migliore per il team che sarà anche la scelta migliore per me“.

Morbidelli Petronas MotoGP
Morbidelli e Petronas sono quasi pronti per tornare in pista. L’appuntamento è questo fine settimana a Losail per i test della MotoGP – Photo Credit: Twitter Petronas SRT

Malgrado la situazione il giovane Franco non si dice preoccupato della politica interna di Yamaha preferendo invece concentrare la mente e lo sguardo agli avversari che da qui a poche settimane affronterà in pista.

Mi aspetto una Ducati forte, con Jack Miller molto carico, e anche la Suzuki pericolosa: vedo queste due moto come le più insidiose. Marc Marquez? Ha avuto un grande infortunio, forse il più grande infortunio mai visto da un atleta al top della sua disciplina. Credo sia difficile tornare nella stessa forma che aveva prima, anche se non è impossibile. Non sono nella sua testa, ma deve essere mentalmente duro il recupero, anche se lui è uno davvero solido in questo aspetto”.

Arriva la rivista di Motorsport Metropolitan

Il primo numero della nostra rivista (gratuita!) targata Motorsport Metropolitan è disponibile sulla piattaforma Issuu. Scaricatela per leggere tutti i nostri contenuti esclusivi!

SEGUICI SU:

? INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
? YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9enswTWITTER: https://twitter.com/Motorsport_MM
? SPOTIFY: https://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
? PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
✍ GRUPPO FACEBOOK:https://www.facebook.com/groups/763761317760397
? NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Alberto Gelmi