MovieNerd

Friends: attesissima la reunion ma con qualche polemica

Da quanto tempo stavate aspettando la reunion di Friends? Probabilmente dal giorno in cui è andato in onda l’ultimo episodio nel 2005. Quasi 20 anni dopo il mitico gruppo di amici sta per tornare per farci sognare con una fantastica rimpatriata. L’ultimo episodio di Friends andrà in onda su HBO il 27 maggio per un momento unico. Oltre i 6 attori che interpretano i personaggi, saranno presenti, tra i molti, anche Lady Gaga e David Beckham. Purtroppo però l’Italia non ha ancora acquistato l’episodio.

Friends per una rimpatriata tra amici

L’episodio s’intitola The One Where They Get Back Together: non sarà un sequel della serie andata in onda fino a 17 anni fa, ma bensì una vera e propria rimpatriata tra vecchi amici.

Intanto la piattaforma HBO, che come detto, trasmetterà l’episodio, ha pubblicato sul proprio canale YouTube il Trailer della puntata:

Questo già ci fa sognare ad occhi aperti! Dunque le star si ritroveranno all’interno dello studio che li ha ospitati per tutto il periodo di riprese e poi assieme a James Corden, che farà loro alcune domande, siederanno sul loro amatissimo divano, icona della serie, davanti ad un vero pubblico.

Ma se c’è grande fomento per l’attesa di questo episodio speciale, non sono state poche le critiche che i produttori hanno ricevuto da qualche giorno ad oggi. Negli ultimi giorni infatti, ha preso piede una lamentela comune che riguarda il mancato inserimento di un personaggio di colore tra le celebrities chiamate per partecipare alla reunion di Ross, Rachel, Monica, Phoebe, Joey e Chandler. Infatti, dopo che HBO ha pubblicato una locandina su cui figuravano i nomi degli ospiti speciali, alcuni utenti dei social hanno iniziato a polemizzare non trovando nessun personaggio di colore. E non solo per questo, ma anche perché in 10 anni soltanto una c’è stata soltanto un’attrice di colore: Aysha Tyler.

E’ vero che alcune volte si va a cercare il pelo nell’uovo, come si suol dire, per creare polemica, ma è pur vero che forse, in un momento storico in cui si preme per le aperture mentali, sarebbe stato opportuno pensarci. In fin dei conti, sono molte le serie che in questi anni hanno iniziato ad inserire al loro interno storie di personaggi utili a superare qualsiasi tabù.

Back to top button