CalcioSport

Genoa-Sampdoria 0-1: decide Gabbiadini

Genoa-Sampdoria, un derby che si presenta delicatissimo per entrambe le compagini. Le due squadre di Genova infatti, si trovano rispettivamente al 17esimo e al 18esimo posto, in piena lotta per non retrocedere. Vietato fallire in un match così fondamentale

Arriva finalmente il derby della Lanterna, con in palio fondamentali punti salvezza. Ci sono alcune novità di formazione dell’ultimo minuto in questo Genoa-Sampdoria: Thiago Motta con tante assenze in attacco (Favilli non è al meglio, Agudelo e Pandev invece sono squalificati) e si affida a Pinamonti e Sanabria in attacco, che all’ultimo sostituisce Sturaro (fastidio nel riscaldamento). Ranieri invece schiera a sorpresa Ramirez alle spalle di capitan Quagliarella e lascia in panchina Gabbiadini.

PRECEDENTI E STATISTICHE

Questa è la 73a sfida in Serie A fra GenoaSampdoria: il bilancio totale è di 28 successi blucerchiati contro i 17 rossoblù, 27 pareggi in totale. Il Genoa però non ha vinto nessuno degli ultimi sei derby di Serie A contro la Samp (2N, 4P) e non ha trovato la rete in quattro di questi.

Inoltre l’ultima rete su azione messa a segno dal Genoa nel derby risale ad ottobre 2016 con Luca Rigoni. Ma c’è un’altra statistica rossoblù molto negativa, perché la squadra di Thiago Motta non vince contro la Samp come squadra ospitante dal maggio 2011.

Nelle ultime otto partite di campionato, sotto la guida di Claudio Ranieri, la Sampdoria ha mantenuto una media punti di 1.1, mentre nelle prime sette con Eusebio Di Francesco la media era di 0.4.

Genoa-Sampdoria
Ranieri è chiamato all’ennesima impresa in carriera: salvare la Samp. (PHOTO CREDITS: GDS.IT)

Claudio Ranieri diventa anche il primo, nell’era dei tre punti a vittoria, ad allenare in tutti i quattro Derby cittadini: Genova, Milano, Roma e Torino.

L’attaccante della Sampdoria Fabio Quagliarella ha partecipato a quattro reti nelle ultime quattro sfide al Genoa in Serie A (tre gol, un assist), una sola partecipazione in meno che nelle precedenti 14 gare (due reti, tre passaggi vincenti).

LE FORMAZIONI

SAMPDORIA (4-4-1-1): Audero; Thorsby, Colley, Ferrari, Murru; Depaoli, Vieira, Ekdal, Linetty; Ramirez; Quagliarella. All. Ranieri

GENOA (3-5–2): Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Ghiglione, Schöne, Radovanovic, Cassata, Pajac; Sanabria, Pinamonti. All. Thiago Motta

Tabellino: 85′ Gabbiadini

CRONACA

Visibilità ridotta nei primi minuti di gioco: colpa dei fumogeni, che stanno contribuendo a rendere magica l’atmosfera a Marassi.

Partita molto combattuta da entrambe le squadre, sono molti gli scontri di gioco ma a stento le due squadre riescono a rendersi pericolose offensivamente.

Al 15′ Ramirez semina il panico nella difesa rossoblù, ne supera tre in bello stile e calcia. Il suo è un tiro-cross, Quagliarella è in agguato ma viene anticipato all’ultimo da Pajac. Il match rimane bloccato.

Primo tempo molto complicato per gli attaccanti delle due squadre, anche Quagliarella non è mai riuscito a concludere verso la porta di Radu (PHOTO CREDITS: MEDIAGOL.IT)

Gli animi in campo si scaldano: scintille in campo dopo un fallo di Depaoli su Criscito. Nervi tesi, come da tradizione del Derby della Lanterna. Match molto teso, molto falloso e per questo molto spezzettato. Ma sempre povero di occasioni da reti finora.

Un eventuale gol di una delle compagini sbloccherebbe sicuramente questa fase di stallo iniziale del match tra Genoa-Sampdoria.

Al 45′ Pajac crossa sul secondo palo per Ghiglione in un’azione tra i due esterni: ottima copertura di Murru. Primo tempo che si avvia alla conclusione senza che i due portieri abbiano fatto parate.

Finisce così la prima frazione di gioco, 0-0 tra GenoaSampdoria. Pochi tiri in porta e tanta aggressività, in questo primo tempo ha prevalso la paura di subire l’avversario.

LA RIPRESA

Parte la ripresa, ma fin dai primi minuti appare chiaro che la gara sia ancora bloccata.

Al 52′ occasione per il Genoa: cross dalla destra di Cassata a cercare a centro area Sanabria, l’attaccante è anticipato da una gran chiusura di Murillo.

Al 57′ Schone crossa in mezzo dalla destra, Colley libera non benissimo ma Cassata sulla respinta non è freddo: esterno lontanissimo dai pali di Audero.

Al 70′ ancora pericoloso il Genoa: punizione dalla destra di Criscito, Audero ci mette i pugni e sventa la minaccia.

Genoa-Sampdoria
Il capitano Mimmo Criscito prova a spingere i suoi alla vittoria del derby (PHOTO CREDITS: CALACIONEWS24.IT)

Buona spinta nel finale di partita del Genoa, che sta mettendo pressione in questa fase: gli ingressi di Ankersen e Jagiello hanno ridato verve ai rossoblù.

Ci riprova Sanabria al 79′, punizione a giro dai 25 metri alta, la palla non scende come avrebbe voluto il paraguayano.

Ma quando la partita appare andare verso un pareggio a reti inviolate la Samp trova improvvisamente in vantaggio all’84′. Palla in verticale, errore di Ghiglione che lascia la palla arriva a Linetty, servizio al rimorchio di Gabbiadini. Sinistro di prima intenzione in corsa e palla all’angolo, Samp avanti con il primo tiro in porta.

Nel finale il Genoa prova rendersi pericolo dalle parti di Audero ma senza riuscire ad incidere. Finisce così il match con la vittoria per 0-1 della Sampdoria grazie ad un gol del subentrato Manolo Gabbiadini nel finale di partita.

Grande gioia per i blucerchiati, mentre è molta la delusione per il Genoa che non vince un derby dal 2016.

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Back to top button