Cultura

Gino Landi, chi era il coreografo che ha collaborato con Fellini

Avrebbe compiuto 90 anni ad agosto: Gino Landi è morto dopo una lunga malattia. Il coreografo italiano, all’anagrafe Luigi Gregori, ha speso una vita per la danza. A lui dobbiamo grandi coreografie come quelle per diverse edizioni di spettacoli del calibro di Festivalbar, o Sanremo. Ma chi era e qual è stata la sua carriera?

Gino Landi e la passione per la danza

gino landi - il messaggero.it

Figlio di due artisti, che lavoravano negli spettacoli di varietà, si avvicina alla danza sin da piccolissimo. Ma dopo il suo debutto a teatro, Gino capisce che non ama esibirsi in pubblico: per questo decide di dedicarsi interamente alla composizione coreografica. Così inizia la sua carriera teatrale, che non si fermerà solo, appunto, al teatro. Comincerà infatti a lavorare anche per il cinema e la televisione.

Nel 1957 la sua firma compare per la prima volta sulla locandina di Non sparate alla cicogna di Macario, dal quale fu scoperto. Nel frattempo comincia a lavorare con la Rai con la qualifica di regista (1958) chiamato a realizzare le coreografi e per Buone vacanze (1959) e per Giardino d’inverno (1961). Ma la sua bravura emerge, e cominciano le sue collaborazioni importanti, come con il regista Federico Fellini, con cui collabora per il celebre . Inoltre, a lui dobbiamo le coreografie di spettacoli come Vacanze Romane.

Tra gli anni 80 e 90 Gino Landi continua a lavorare assiduamente per il teatro: ricordiamo Vivì (1962) e Il barbiere di Siviglia (1989). È anche regista di operette e di musical, come Can-Can nel 1998.Maestro del teatro musicale leggero e regista storico del Festival Internazionale dell’Operetta fin dalla sua fondazione nel 1970, ha firmato, sia come coreografo che regista, o entrambi, più di trenta produzioni del Festival triestino: da Il paese dei campanelli (1970), a Vedova allegra, Ballo al Savoy, Al Cavallino Bianco(2003) e Paganini (2004). Al Teatro Verdi ha messo in scena anche Les Contes d’Hoffmann di Offenbach nella Stagione Lirica 2000/2001.

Nel 2011 è regista e coreografo del musical Secrets of the Sea, con le musiche di Renato Serio e la sceneggiatura di Luca Gregori. Il 26 ottobre 2013 ha partecipato insieme a Franco Miseria e Lorella Cuccarini all’openday per “Mario all’Opera“, movimento formato da ballerini, insegnanti di danza, coreografi, stilisti, personalità e maestranze del mondo dello spettacolo in occasione della candidatura del M° Mario Marozzi a Direttore del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma. Lo ricordiamo con grande e ammirazione affetto, dopo essersi spento per una lunga malattia.

Marianna Soru

Seguici su Google News

Back to top button