Cultura

Google e la dedica a Giorgio Gaber: il doodle di oggi celebra i suoi 83 anni

Adv
Adv

Oggi, 25 gennaio 2022, Giorgio Gaber avrebbe compiuto 83 anni e Google se n’è ricordato, celebrando l’artista italiano con un doodle a lui dedicato.

Si scoprono tante cose se si presta attenzione ai doodle che ogni giorno decorano la scritta Google che appare sulla home page del motore di ricerca. Feste da tutto il mondo, eventi memorabili, curiosità, personaggi insoliti, pizza.

Il doodle di oggi è tutto italiano, e festeggia il compleanno di Giorgio Gaber.

Giorgio Gaber: i numerosi omaggi

Nato a Milano nel ’39 e spentosi a Montemagno di Camaiore, la sua casa in campagna nei pressi di Lucca, il 1° gennaio 2003, poco prima di compiere 64 anni, per un cancro ai polmoni, che ce l’ha portato via prima del tempo.

Dall’anno dopo, la Fondazione Giorgio Gaber ha inaugurato il Festival teatro canzone Giorgio Gaber, in cui vari artisti durante il corso delle edizioni si sono esibiti presentando cover dei suoi brani. Tanti sono gli omaggi che sono stati fatti al cantante, il cui vero nome è Giorgio Gaberščik.

Il 3 febbraio del 2010, ad esempio, a Trieste gli è stata dedicata una piazza e due anni dopo, nel 2012, è uscito un album intitolato Per Gaber… Io ci sono, che riprende un po’ il concept del festival sopracitato, dato che il progetto ha coinvolto 50 artisti che hanno registrato un totale di 3 CD con i brani dell’artista.

Il 21 gennaio 2013, inoltre, Fabio Fazio dedica a lui una puntata speciale de Il tempo che fa, intitolata G di Gaber, sempre un omaggio-tributo da parte di alcuni artisti, tra i quali figurarono Enzo Iacchetti, Patti Smith, Roberto Vecchioni e molti altri.

Il doodle Google con Gaber in copertina

Sarebbe impossibile riassumere la vita incredibilmente piena e la produzione eccezionale di questo artista in un solo articolo, toccherebbe scrivere un libro piuttosto. Ma il doodle è piccolino, ed è stata una bella idea, quindi parliamo di quello.

Il pioniere del teatro canzone (così considerato da molti), viene rappresentato in un’ironica vignetta piena di colore, dove le due O della parola Google vengono sostituite una dalla copertina di un 45 giri, in cui figura il volto di Gaber, e l’altra dal vinile vero e proprio.

Tanti auguri, Signor G!

Serena Baiocco

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button