Cinema

Lady Gaga a Che Tempo che Fa: il sostegno al Ddl Zan

Adv

Durante il tour di promozione di House of Gucci in Italia, Lady Gaga è stata ospite di Fabio Fazio. La popstar internazionale è entrata nello studio di Che Tempo che Fa dicendo “Buonasera Fabio“, sorprendendo Fabio Fazio, chiaramente emozionato. Nell’intervista Lady Gaga ha espresso il suo sostegno alla comunità LGBTQ+ italiana, dopo l’affossamento del Ddl Zan.

Lady Gaga e il suo sostegno alla comunità LGBTQ+ dopo l’affossamento del Ddl Zan

Quella di ieri sera è stata la seconda intervista alla Tv italiana di Lady Gaga: nel 2009 era stata infatti ospite di Simona Ventura a Quelli che il Calcio. Se nel 2009 era agli inizi della sua carriera, oggi Lady Gaga è una diventata “la più grande popstar del pianeta”, come l’ha definita Fazio. Lady Gaga è entrata in studio sulle note di Born This Way ed è proprio in occasione di questa canzone che Fabio Fazio ha introdotto il tema dell’affossamento del Ddl Zan, spiegando cosa è successo e facendo vedere un video delle proteste in cui la comunità LGBTQ+ ha cantato proprio Born This Way. La popstar americana ha espresso da subito tutto il suo sostegno.

“Vorrei dire una cosa alla comunità Lgbtq+ italiana: siete davvero coraggiosi, siete i più gentili, siete un’ispirazione. Dovete essere protetti a tutti i costi come tutti gli esseri umani che vivono sul pianeta. Continuerò a scrivere canzoni per voi e continuerò a lottare per voi”.

Dalle origini italiane al ruolo in House of Gucci: ecco cosa ha raccontato Stefani Germanotta

Fazio le ha poi chiesto di più rispetto alla sua famiglia di origine italiana, origini che Stefani Germanotta non ha mai nascosto. Anzi per lei sono un motivo di vanto e orgoglio. La popstar ha raccontato qualcosa sulla sua famiglia, sui suoi nonni Giuseppe e Angelina e i suoi genitori, di come hanno faticato per permettere a lei e alla sorella di aver una vita migliore. Dalla scorsa primavera Lady Gaga ha passato molto tempo in Italia, per filmare il suo nuovo film, House of Gucci, in cui interpreta Patrizia Reggiani, al fianco di Adam Diver e Jared Leto. Fazio le ha chiesto se durante questo periodo ha visitato l’Italia, ma la popstar ha spiegato che non ha potuto a causa dell’emergenza sanitaria.

“Eravamo in zona rossa, cercavo di rispettare le regole: sono stata nella mia stanza d’albergo o sul set. Colgo l’occasione per ringraziare tutte le persone che lavorano nell’ambito sanitario che ci hanno aiutato e sostenuto durante il film”.

Lady Gaga ha spiegato cos’è per lei House Of Gucci e su come è riuscita ad immedesimarsi nel ruolo di Patrizia Reggiani. Per poter recitare il suo ruolo al meglio ha raccontato di aver letto molto, di essersi informata tantissimo, cercando di capire cosa ha portato all’omicidio. Poi ha raccontato come è riuscita ad ‘imparare’ a parlare inglese con un accento italiano.

La confessione di Lady Gaga: “Non mi sono mai sentita bella”

Nel corso dell’intervista non sono mancati i momenti di imbarazzo, tra la battuta (non riuscita) sulla Regina Elisabetta vestita in latex e un possibile coinvolgimento in politica. Lady Gaga è infatti amica di Joe Biden ed ha cantato l’inno americano per lui, quando è stato eletto Presidente degli Stati Uniti. Fabio Fazio ha poi parlato della sua arte, di come Lady Gaga è stata in grado di rendere il suo corpo un’opera d’arte, grazie all’uso di vestiti molto particolari. Lei non ha nascosto le sue insicurezze.

“L’avere coraggio può avere forme diverse. Non mi sono mai sentita bella, ma l’arte, la moda, la creatività e l’immaginazione mi fanno sentire bella. Grazie alla mia fantasia posso diventare quello che voglio. Quest’anno ho passato tanto tempo in Italia, ed è stato il momento in cui mi sono sentita più bella in assoluto nella mia vita.”

L’intervista si è conclusa con un emozionante video sulla carriera di Lady Gaga, una carriera piena di premi musicali ed un Premio Oscar. Lady Gaga è uscita di scena così com’è entrata, salutando con un “Ti amo” in italiano.

Seguici anche su Facebook e Instagram

Michela Andreatta

Related Articles

Back to top button