Google Pixel 3a e 3a XL in controtendenza, con ottimi prezzi e device di qualità

Google Pixel 3a e 3a XL vanno decisamente in controtendenza, per gli smartphone. Gli ultimi top di gamma hanno dei prezzi astronomici, google invece fa dello -smart price- un punto di forza per questi device.

Come scritto sopra, decisamente in controtendenza. Anche rispetto ai modelli precedenti della stessa, Google ha voluto stupire con 399$ per il 3a e 479$ per il 3a XL. Sicuramente avranno delle pecche rispetto a altri concorrenti che costano 1.000 euro o più, ma non sono delle mancanze che rovinano i device.

Scocca in plastica, niente ricarica wireless, mancanza della certificazione IP68, e chipset Qualcomm meno potente. Compensati per altro da una macchina fotografica un gradino sotto il Nokia 9 PureView (che per ora è il non plus ultra dei sensori utilizzati per mobile), e da un fluidissimo Android 9 Pie, unito ad una batteria di lunga durata.

Google Pixel 3a e 3a XL a un primo sguardo potrebbero sembrare uguali ai loro predecessori 3 e 3 XL: ma un occhio attento può notare una sfumatura lucida che contraddistingue i microfoni, e una opaca per il lettore d’impronte. Una volta che lo si esamina da vicino si vede con chiarezza la scocca del device in plastica. Nulla contro la plastica (a parte forse la sensazione un po’ sgradevole al tatto), però terrei a ricordare un fatto. Motorola, con il suo G7 ha applicato una scocca in vetro e metallo per un prezzo di 300$. Che come potete notare anche voi è un prezzo minore rispetto al 3a.

Materiali a parte, è uno degli ultimi device usciti recentemente ad aver ancora il Jack audio. Per quanto concerne la modalità -vibrazione- non fornisce un feedback adeguato, ovvero è difficile percepirla.

Il 3a ha uno schermo a 5.6 pollici e il 3a XL ne ha uno a 6: entrambi dotati di tecnologia OLED, hanno una risoluzione FULL HD (2,220 x 1,080 per il 3a e 2,160 x 1,080 per il 3a XL).Questo vuol dire che per esempio, il colore nero è della stessa qualità che avevano i predecessori.

Riguardo il design, possiamo vedere che adotta la tecnologia Bezel-less, ovvero senza bordi visibili, tutto schermo, da tutti i lati del device. Quindi è possibile dedurre l’assenza del notch. Insieme ad uno schermo eccellente si accompagna un reparto audio altrettanto ben funzionante: alti e medi e bassi sono assolutamente ben gestiti.

Ora, veniamo alla macchina fotografica. Se mettiamo a confronto le foto di questo device con il Nokia 9 Pure View si notano poche differenze, anche usando la modalità night sight. Mentre se le confrontiamo con delle foto eseguite da un iPhone X, o un P30 Pro la differenza si vede, e tanto: gli americani di google non me ne vogliano.

Ricordate di seguirci sul nostro sito: https://metropolitanmagazine.it/

Sulla nostra sezione nerd: https://metropolitanmagazine.it/category/infonerd/

Su Facebook: https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia/

E per chi volesse qui sotto il link dove può trovare tutti i miei articoli:

https://metropolitanmagazine.it/author/valeria-tresoldi/

© RIPRODUZIONE RISERVATA