Formula 1

GP d’Arabia Saudita, Toto Wolff e il trionfo di Hamilton

In un mare di polemiche il Gran Premio d’Arabia Saudita. Una prima edizione dai non pochi aspetti controversi. È infatti con discreta amarezza che lo stesso Toto Wolff prova a godersi il grande trionfo di Lewis Hamilton. Una vittoria che sembrano ancora far sudare, rimandando alla discussa collisione dell’inglese con Max Verstappen, che tentava di cedere a lui la sua posizione. Uno spettacolo indimenticabile che, tra contraddizioni interne e accesi attacchi competitivi, sarò sicuramente ricordato per le confuse scelte della Direzione Gara, con reclami e analisi che si trascineranno fino ad Abu Dhabi.

Le polemiche dopo il GP

Nonostante i possibili esiti delle contestazioni, il team principal della Mercedes Toto Wolff prova a mantenere salda la soddisfazione per il successo di Hamilton, seppur con l’amarezza per le diverse polemiche derivate. Una vittoria di non poco conto quella del pilota Mercedes, vista ora la perfetta parità in classifica piloti con il rivale olandese e l’ottima posizione di partenza con cui si presenterà negli Emirati Arabi. Ancora contesa però la collisione di Hamilton con Verstappen, dopo il tentativo di quest’ultimo di cedere la propria posizione al britannico. Una situazione dovuta a un duello immediatamente precedente tra i due, con il pilota della Red Bull che ha spinto entrambi nella via di fuga, nell’atto di difendere il proprio posto in testa. Una mossa che è stata poi condannata ai danni dello stesso Verstappen, con una penalità di ben 5 secondi.

Il commento di Toto Wolff

Non particolarmente tranquilla la reazione di Wolff alle polemiche e all’andamento della gara in generale, con un duro commento lasciato a Sky Sport F1:

“Noi siamo arrivati qui pensando che sarebbe stato un circuito favorevole alla nostra macchina, però abbiamo visto che, in qualifica, loro erano mezzo secondo più veloce. Oggi, invece, eravamo più veloci di loro. Dobbiamo capire questa cosa, anche perché ad Abu Dhabi si ripresenterà una circostanza simile – dichiara il team principal, parlando poi della confusione durante la gara – Non ricordo quasi nulla di questa gara per via degli incidenti che ci sono stati. Pensavamo di vincere, poi di perdere, poi di vincere di nuovo. Tuttavia, ci sono state molte circostanze che non mi sono piaciute – ammette poi, soffermandosi anche sull’operato controverso del Direttore di Gara Michael Masi – a cominciare dalla seconda partenza in griglia. Non ho idea di cosa farà la FIA sul contatto avvenuto tra Lewis e Max, dovranno rivedere i dati delle telemetrie, ed io non posso esprimermi. Max guida molto bene, come dimostra la manovra che ha compiuto alla seconda partenza. Ma compie altre mosse che sembrano la replica del Brasile. Quando spingi fuori altra macchina, devi aspettarti la penalità. In alcuni casi credo sia stato troppo duro”.

Il parere su Bottas

Positivo per la Mercedes anche il terzo posto al GP d’Arabia Saudita di Valtteri Bottas, ottenuto con un sorpasso a Esteban Ocon ad appena pochi metri dal traguardo.

La gara di Valtteri mi è piaciuta, è stata fantastica – commenta infatti Wolfftutti i punti sono importanti. Abbiamo 28 lunghezze di margine, ed è un ottimo punto di partenza per Abu Dhabi. Tuttavia, anche oggi abbiamo visto come la situazione di classifica possa cambiare con quanto accaduto con Perez; la stessa cosa può capitare anche a nostro sfavore”.

Seguici su Metropolitan Magazine.

Liliana Longoni

(credit-foto-Toto Wolff nel box della Mercedes – MercedesF1OfficialTwitterAccount)

Back to top button