Motori

Moto GP, i progettisti si preparano per la prossima stagione

Con l’avvicinarsi dell’inverno, anche per la MotoGP arriva il momento di fermarsi per un po’. I piloti possono finalmente godersi del meritato riposo, sebbene l’ultimo campionato non sia stato entusiasmante per tutti (Quartararo ha stracciato la concorrenza), e le piste vengono momentaneamente chiuse. Tuttavia, lo stesso non si potrebbe dire per i progettisti, ai quali spetta il compito di occuparsi dei veicoli e fare in modo che siano pronti per la prossima stagione.

Moto GP, le novità in arrivo

A fine novembre, i test di Jerez avevano fornito un’anteprima di quello che il pubblico (e i motociclisti in primis) avrebbero visto nel 2022. Diverse sono le novità che le varie case di produzione hanno pensato per i loro mezzi. Peccato solo, però, che se in alcuni casi i miglioramenti sono a dir poco evidenti, in altri risulta più complesso riuscire ad inquadrarli.

Stando ai risultati delle prime verifiche, Ducati sarebbe riuscita a perfezionare una moto già perfetta. Cilindrata potenziata, telaio modificato e aerodinamica rinnovata sono soltanto tre delle componenti che renderanno uno dei gioielli più in voga ancor più desiderato. Dal canto suo, anche la Yamaha ha deciso di rimanere fedele a se stessa, apportando solamente piccole migliorie (senza strafare!) ad una due ruote piacevole da guidare, ma non alla portata di chiunque. Un po’ quello che è successo alla Suzuki, dove i cambiamenti c’erano, ma non si vedevano. Dopo un 2021 piuttosto deludente, infatti, si è cercato di puntare sul motore, per poter rendere il mezzo all’altezza dei suoi avversari.

La Honda, invece, ha optato per un cambiamento a dir poco rivoluzionario. Il vecchio progetto sembrava ormai non avere più la medesima resa, e così l’opzione più valida si è rivelata quella di dar vita ad un nuovo concept. Un’idea che dev’esser balzata alla mente anche ai vertici dell’Aprilia, nonostante, almeno secondo gli esperti del settore, ci sia ancora molto da lavorare. E infine, è il turno della KTM, per la quale pare che gli ingegneri stiano ultimando le ultime modifiche.

Insomma, il 2022 per la Moto GP si preannuncia all’insegna del cambiamento. Ma gli sforzi fatti dagli addetti ai lavori daranno gli esiti sperati? Non resta da far altro che attendere per scoprirlo.

Scritto da Diego Lanuto.

Per rimanere aggiornato sulle ultime news, seguici su: Facebook, Instagram e Twitter.

Back to top button