Attualità

Green Pass: la Svizzera segue Francia e Italia

Con il peggiorare della situazione negli ospedali la Svizzera estende l’obbligo di Green Pass anche per i luoghi al chiuso.

Green Pass e Svizzera: al via verso l’obbligatorietà

Dal lunedì 13 settembre verranno introdotte le norme proposte da Alain Berset, che avrebbero dovuto essere introdotte già da una settimana. Come riporta la fonte money.it, il Consiglio Federale aveva rimandato la questione ma ha dovuto procedere con l’estensione dell’obbligo del Green Pass visto l’aggravarsi della situazione nelle terapie intensive e l’imminente calo delle temperature.

Dove sarà richiesto il Green Pass

Il Green Pass sarà obbligatorio in molti locali al chiuso e all’aperto in caso di manifestazioni. Nei luoghi della ristorazione come pub, bar, ristoranti e bistrot il Green Pass andrà mostrato all’entrata. Nelle terrazze, mense per poveri e nelle aree di ristorazioni di aeroporti non sarà richiesto. L’accesso a musei, biblioteche, palestre, piscine e giardini zoologici è consentito solo a chi è in possesso di Green Pass.

Le manifestazioni religiose o di natura politica non sono soggette all’obbligo, che vale però per manifestazioni sportive, eventi privati, concerti, teatro e cinema. Per le manifestazioni all’aperto l’obbligo vale per manifestazioni con più di 1.000 persone. Per un numero inferiore la decisione spetta agli organizzatori.

Università e lavoro: le misure introdotte

Saranno i Cantoni o le università stesse a decidere l’obbligo o meno di green pass. Se verrà richiesto il certificato verde per i corsi di laurea o master potrà essere revocato l’obbligo di mascherina. Per altre attività universitarie saranno seguite le norme vigenti per le manifestazioni.

Nelle imprese lavorative saranno i datori di lavoro a scegliere se richiedere o meno il green pass, solo se necessario per la scelta delle misure di contenimento. Inoltre, se il datore richiede ai lavoratori di sottoporsi a test, sarà lui a coprire le spese.

Per entrare in Svizzera

Chi entrerà in Svizzera dovrà compilare un modulo d’entrata elettronico, Passenger Locator Form. Sono esclusi in minori di 16 anni, frontalieri e chi è di passaggio. Chi è già vaccinato riceverà il pass elvetico. Chi non è vaccinato dovrà presentare il risultato di un test negativo, sottoporsi ad una quarantena di 10 giorni oppure sottoporsi ad un secondo test dai quattro ai sette giorni dall’arrivo.

Seguici su Facebook

Back to top button