Formula 1

Haas da combattimento: Mick Schumacher e Kevin Magnussen sperano

Non c’è soltanto la sorpresa Alpine in queste Qualifiche del Gran Premio d’Austria. È una Haas da combattimento quella vista in pista con Mick Schumacher e Kevin Magnussen che si sono ben disimpegnati al Red Bull Ring cogliendo, entrambi, la Q3. Le due vetture statunitensi gravitano al centro della Top 10 e guardano, con estrema attenzione, alle macchine davanti a loro. Preservare queste importanti posizioni alla fine della Sprint Race è il vero, grande, obiettivo della quattro ruote biancorossa.

Haas, il commento di Mick Schumacher e Kevin Magnussen

Haas da combattimento: Mick Schumacher e Kevin Magnussen sperano
Haas (Credit foto – pagina Facebook Haas F1 Team)

Devo dire che è stato un buon venerdì, avevo buone sensazioni all’inizio delle qualifiche. Non credo che siamo riusciti a trarre il massimo dalla vettura a livello di tempi e di prestazioni, avrei potuto fare qualcosa di più – ha detto Kevin Magnussen -. Per certi versi è divertente che nonostante la settima posizione non sia molto felice: è un ottimo posto dal quale partire, questo è ovvio, ma questa sensazione e il non essere completamente appagato la dice lunga sulle nostre potenzialità“.

Siamo stati vicini ad essere esclusi dal Q3, siamo stati fortunati perché non abbiamo fatto un grande giro, ma è andata bene per fortuna, ma non è stata una grande sessione – ha spiegato Mick Schumacher – spingere per cercare di riscaldare nuovamente le gomme non è il massimo, hai già sprecato un po’ del loro potenziale e credo che ci fosse del potenziale in più. Se riusciamo a mantenere la posizione, domani, potremo conquistare dei punti e se invece ci migliorassimo, guadagneremmo ancora più punti, quindi lotterò per i punti domani“.

(Credit foto – pagina Facebook Haas F1 Team)

Seguici su Google News

Back to top button