Hellas Verona, la linea verde di Juric è entrata nella storia

Hellas Verona (Getty Images)

Un pareggio che può essere paragonato ad una vittoria quello dell’Hellas Verona ottenuto ieri sera all’Allianz Stadium contro i campioni d’Italia in carica della Juventus. Una prestazione più che convincente quella della squadra di Juric, soprattutto nella prima ora di gioco. Gli scaligeri hanno messo in seria difficoltà i bianconeri. Alla rete di Favilli ha risposto Kulusewski, un punto di assoluto prestigio per i gialloblu che sono saliti a quota 8 punti in classifica, piazzandosi all’ottavo posto. I veneti vogliono confermare l’ottimo campionato svolto la scorsa stagione e la rosa del tecnico croato, vedova di calciatori importanti del calibro di Kumbulla, Rrhamani, Amrabat e Pessina, non ha diminuito il proprio rendimento. La linea verde che ha a disposizione il mister ex Genoa con il pareggio di ieri è entrata nella storia.

Hellas Verona, quanta gioventù!

Dopo una sessione di calciomercato che non ha soddisfatto a pieno il tecnico Ivan Juric, l’Hellas Verona continua comunque a stupire. Il piano della società è chiaro: puntare su calciatori giovani per farli crescere e poi venderli a prezzi stellari. Nel mentre però è essenziale la permanenza in Serie A. Contro la Juventus tra i titolari erano presenti Lovato (2000), Vieira (1998), Colley (2000), ed è subentrato Ilic (2001). Giovani talenti pronti ad esplodere nella città di “Romeo e Giulieta” sotto la guida di un allenatore preparato, capace crescere le nuove leve del calcio. Una linea verde solida e ben strutturata, un modello simile a quello dell’Atalanta. La tifoseria spera di veder crescere la propria squadra nel corso degli anni proprio come i nerazzurri. Ci vorrà molto valoro e una progettazione perfetta, ma il Verona sembra aver preso la strada giusta.

Hellas Verona, ecco il dato storico

L’ultima volta che il Verona è riuscito a strappare almeno un punto nella trasferta di Torino risale a 32 anni fa. Correva il 1982, tantissimi anni, tante partite sono state giocate. Un dato storico che mette in evidenza una volta di più il lavoro che gli scaligeri stanno portando avanti. Un tabù lunghissimo che è stato sfatato proprio nella serata di ieri. Negli 11 titolari di ieri sera tra le fila gialloblu tutti non erano ancora nati quando ci fu l’ultimo punto in trasferta a Torino, tranne Nikola Kalinic nato proprio lo stesso anno. Un dato impressionante, la linea verde veronese ha scritto la storia.

SEGUICI SU:

PAGINA FACEBOOK

ACCOUNT TWITTER

© RIPRODUZIONE RISERVATA