Metropolitan Today

Hiroshima, 6 agosto 1945: l’orrore della bomba atomica

Hiroshima e Nagasaki: le città giapponesi subiscono i due attacchi nucleari da parte degli Stati Uniti, sul finire della Seconda Guerra Mondiale. Ricordando il tragico evento ed i fatti della giornata.

Hiroshima e Nagasaki, l’epilogo del secondo conflitto mondiale

La mattina del 6 agosto 1945, l’aeronautica militare degli USA lancia una bomba atomica su Hiroshima. I bombardamenti nucleari avvenuti in Giappone, tuttavia, sono due. Appena tre giorni dopo, infatti, un nuovo attacco colpisce la città di Nagasaki, con l’ordigno definito Fat Man. Sono le 8.15: il bombardiere B-29 Superfortress, si prepara all’attacco: Paul Tibbets, sgancia Little Boy

Hiroshima, esplosione - Photo Credits: web
Hiroshima, esplosione – Photo Credits: web

Tale denominazione in codice si riferisce alla bomba nucleare all’uranio. Circa quarantatré secondi dopo, l’esplosione; un tonfo cupo ed una luce accecante che i giapponesi ricordano con l’espressione pika-don: “luce-tuono”. La potenza dell’ordigno annienta 68mila vittime ferendone 76mila.

Hiroshima e Nagasaki, i danni e le tesi a riguardo

Il bollettino fu tragico: i sopravvissuti all’attacco atomico lamentarono sintomi da avvelenamento da radiazioni e da necrosi. Non solo: l’esplosione causò black out e interruzioni varie ai canali di comunicazione. Tali conseguenze, portarono le autorità giapponesi a non rendersi conto della tragedia che stava imperando. Solo in seguito prenderanno coscienza del disastro: la visione di Hiroshima, avvolta dalle fiamme e da un tetro silenzio, appare come uno scenario apocalittico. Le tesi maggiormente suffragate a riguardo, furono, sostanzialmente, due:

  • Attacco atomico unica opzione possibile: un ordigno per evitare di mettere in atto operazioni militari complicate, sacrificando ulteriori vittime. Tale tesi sostenuta dagli Usa, in seguito, si smentì grazie alla visione di documenti successivi.
  • Ragioni politiche sull’utilizzo dell’ordigno: pare fosse una mossa politica tesa ad attestare la forza degli Stati Uniti di fronte agli allora alleati sovietici.

Eventi storici del giorno

6 agosto 1890: nella prigione di Auburn New York, si esegue la prima esecuzione con la sedia elettrica. Il condannato fu l’omicida William Kemmler. Mentre, il 6 agosto 1932, apre la mostra del cinema di Venezia, primo festival della storia dedicato al cinema. E’ il 5 agosto 1960, quando inizia la Rivoluzione cubana in risposta all’embargo degli Stati Uniti: Cuba nazionalizza tutte le proprietà straniere della nazione. Infine, è il 6 agosto 1962 quando, la Giamaica, diventa indipendente.

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Back to top button