12.7 C
Roma
Aprile 21, 2021, mercoledì

Il brutto incidente di Michele Bravi nel 2018, cosa è successo

- Advertisement -

Michele Bravi, nel 2018 23enne, uno dei vincitori della settima edizione di X Factor, è rimasto coinvolto in un incidente stradale nel quale ha perso la vita una donna di 60 anni. Era lo stesso Bravi alla guida dell’auto di car sharing, come spiegaManuel Gabrielli, legale dell’artista che ha annullato i due concerti live previsti per la stessa domenica successiva al Teatro Principe di Milano e quello di mercoledì a Roma.

Secondo le prime ricostruzioni dell’incidente l’auto avrebbe fatto un’inversione ad ‘U’ centrando in pieno una motocicletta guidata da una donna che ha battuto il volto con violenza probabilmente contro l’asfalto. I medici dell’Azienda regionale emergenza urgenza, arrivati con un’automedica e un’ambulanza, hanno riferito a MilanoToday di un trauma facciale importante. Il personale sanitario ha provato a rianimare la donna prima sul posto e durante il trasporto all’ospedale San Carlo, ma inutilmente.

Al Corriere della Sera il cantante aveva detto di essere provato dall’accaduto e di volersi fermare per rispetto: “Nel riguardo della sofferenza che si sta vivendo, non mi sento di affrontare gli impegni presi in precedenza, i concerti, gli incontri e qualsiasi altra attività mi porti ad espormi. Ho bisogno di fare un passo indietro, lasciare che chi di dovere possa fare il proprio lavoro senza interferenze. Il silenzio è la forma di rispetto a cui affido tutti i miei pensieri”

Michele Bravi parla per la prima volta in tv, a Verissimo l’anno scorso, dell’incidente stradale del 2018, nel quale è morta una donna di 58 anni. Così per il cantante è cominciato un periodo difficile, così l’ex talento di X Factor ha chiesto aiuto ad uno psicoterapeuta visto che non sarebbe mai riuscito a superare da solo il trauma. Ma Michele Bravi non ha dimenticato la tragedia che ha vissuto e non riuscirà mai a farlo, ma pian piano sta tornando a vivere. Prima di congedarsi ha ammesso di avere «tantissima paura» ma che pian piano sta tornando ad esibirsi sul palco e a riprendere in mano la sua vita.

Michele Bravi nell’intervista rilasciata a Verissimo ha parlato anche in vista della prima udienza del processo in cui è imputato con l’accusa di omicidio stradale. La conduttrice Silvia Toffanin gli ha chiesto dei possibili scenari, allora il cantante ha spiegato che «è un momento complesso». Poi però ha confessato qual è «l’unica speranza» che nutre. «È che, rispetto ai tempi della giustizia, questo eco di dolore possa stritolarsi sempre di più e e che tutti possano trovare uno spazio dentro di sé in questa storia». Quell’incidente comunque gli ha stravolto la vita. «Quando vivi un trauma cambia il tuo corpo e il modo di vedere le cose. Non riuscivo a sentire gli altri. Ero semplicemente da un’altra parte, avevo perso aderenza con il reale», ha raccontato Michele Bravi. E infatti si è fatto aiutare da uno specialista per riuscire a superare il trauma scaturito dall’incidente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -