Cultura

”Il mare è tutto azzurro”, Sandro Penna e la contemplazione placida del paesaggio marino

Il mare è tutto azzurro è una brevissima lirica di Sandro Penna in cui, il poeta perugino, si pone di fronte alla distesa marina con un atteggiamento di pura contemplazione, a tratti idilliaca. Nel nuovo appuntamento della rubrica Letteratura per l’Infanzia, una delle poesie più conosciute e note sul mare, spesso presenti nelle antologie di un tempo.

Il mare è tutto azzurro, Sandro Penna e l’armonia cristallizzata nella contemplazione della natura

Il mare è tutto azzurro Sandro Penna - Photo Credits: Nieddittas.it
Photo Credits: Nieddittas.it

Una breve lirica evocativa: ecco la descrizione più consona per Il mare è tutto azzurro di Sandro Penna, un componimento che veicola emozioni contrastanti e, al contempo, tranquillità. Di carattere tipicamente impressionistico, questi versi fanno parte della raccolta Poesie datata 1939. Sandro Penna è stato un grande poeta italiano, probabilmente da annoverarsi fra i più dimenticati, la cui produzione si colloca per lo più in pieno clima ermetico. I temi della poetica di Penna sono, principalmente, una connessione viscerale con la tradizione, un linguaggio non arzigogolato, bensì immediato e diretto, e una visione della realtà ampiamente sottolineata da un accentuato metodo descrittivo.

I suoi sono versi puri, delicati, candidi: un candore che si riflette nelle sue poesie sia nello stile lessicale e linguistico, sia nei contenuti. Un altro dei temi ricorrenti dei suoi versi è l’amore omosessuale posto in forme semplici, cantabili, che il poeta sublima attraverso la poesia; unica forma accettabile di trasgressione. Il mare è tutto azzurro, a tal proposito, rappresenta per Penna uno dei momenti di placidità idilliaca e riflessione di fronte all’immensità della natura.

Il turbinio di emozioni contrastanti di fronte all’azzurrità marina

In questa breve poesia, il poeta contempla il paesaggio marino; di fronte all’azzurrità sconfinata del mare e alla placidità della distesa d’acqua avverte un turbinio di emozioni: un forte sentimento di gioia mista a serenità e pace interiore.

Il mare è tutto azzurro.
Il mare è tutto calmo.
Nel cuore è quasi un urlo
di gioia. E tutto è calmo.

L’azzurro del mare è intenso, rutilante e diffuso nella sua immensità proprio come la gioia provata dal poeta; e così come la calma distesa marina è tranquilla, anche l’animo di Penna si immerge in questa visione in una sorta di D’Annunziano panismo; il mare, adesso, simboleggia un locus amoenus che dona al poeta una serena armonia. Diffuso e intenso è l’azzurro del mare, così come è travolgente il gaudio percepito dal poeta alla vista della quiete dell’acqua; egualmente il suo animo è colmo di pace, pacatezza e armonia.

Stella Grillo

Seguici su Google News

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Back to top button