Tennis

Jannik Sinner, gioia a Wimbledon 2022: “Non pensavo di giocare così”

Due dei giovani più interessanti e talentuosi in vista del futuro. Il tennis internazionale si gode i campioni di oggi (Rafa Nadal, Novak Djokovic, Daniil Medvedev, Alexander Zverev e Matteo Berrettini) e si coccola le future stelle del future. La gara di ieri tra Jannik Sinner e Carlos Alcaraz è stato uno spot meraviglioso per il domani della racchetta. L’altoatesino ha sconfitto lo spagnolo nell’ultimo turno di Wimbledon 2022 approdando, così, alla sfida successiva. L’azzurro si è espresso a fine match sulla grande affermazione, dichiarando di essere sorpreso delle sue prestazioni sul terreno erboso.

Le parole di Jannik Sinner alla fine della sfida contro Carlos Alcaraz

Jannik Sinner (Credits: ATP Tour Facebook)

Carlos è un avversario difficilissimo e una persona squisita, è stato un piacere giocare contro di lui davanti a un pubblico di questo tipo. Oggi è una giornata speciale: 100 anni del Campo Centrale, è tutto bellissimo. È difficile avere avuto match point e poi dover ancora giocare. Ho fatto del mio meglio, fa parte del gioco e sono contento di come ho retto: sono andato in difficoltà all’inizio del quarto set, sono contento di essere ai quarti di finale e spero di poter giocare un buon tennis anche lì. Non me l’aspettavo perché sull’erba non giocavo così bene, ma sono migliorato partita dopo partita. Ho cercato di adattarmi, il pubblico mi ha aiutato tantissimo“.

Seguici su Google News

Back to top button