Gossip e Tv

Jasmine Carrisi, chi è la “sorellastra” Brigitta Cazzato

L’attenzione mediatica ancora una volta continua a essere concentrata sulla famiglia Carrisi e in particolar modo sulla sorella di Jasmine e Albano Jr, ovvero Brigitta Cazzato nonché la primogenita di Loredana Lecciso nata tempo prima che la donna incontrasse il cantante di Cellino San Marco.

Albano Carrisi ha amato due grandi donne che nell’arco della vita gli hanno fatto il dono più bello, ovvero quello di diventare padre dei figli ai quali è molto legato. Insieme a loro troviamo anche Brigitta Cazzato che è un membro aggiunto alla famiglia Carrisi, arrivata a Cellino San Marco quando era solo una bambina ma che Albano ha sempre voluto bene come se fosse anche sua figlia… Stiamo parlando proprio di lei, la primogenita di Loredana Lecciso.

La giovane donna vive la sua vita lontana dal mondo del gossip, essendo comunque super seguita sui social.

Come abbiamo avuto modo di spiegare precedentemente, l’attenzione mediatica oggi si concentra sulla sorella di Jasmine Carrisi, ovvero Brigitta Cazzato nata dal precedente legame sentimentale che Loredana Lecciso ha avuto prima di conoscere Albano Carrisi.

Brigitta Cazzato, i cui tratti del viso sono identici a quelli di mamma Loredana dalla quale ha ereditato in toto la bellezza, vive la vita lontana dalla cronaca mondana. La giovane, inoltre, da diverso tempo ormai vive a Milano anche se nel corso delle ultime settimane ha raggiunto Cellino San Marco per stare al fianco della famiglia.

Comunque sia, a parlare della Lecciso in veste di mamma è stata proprio Jasmine Carrisi che durante una lunga intervista a Vieni da me, ospite di Caterina Balivo, ha dichiarato: “È una rompiscatole? Sì, è bella pesantuccia! Mi chiama più volte al giorno, in maniera un po’ esagerata, non accetta forse il fatto che io sia cresciuta: mi chiama ‘bimba’ o ‘amore’, a volte è pesante”. In quell’occasione, Jasmine ha anche confidato come è stato per lei crescere in una famiglia molto ‘famosa’ come appunto quella dei Carrisi rilasciando la seguente dichiarazione: “Quando ero più piccolina volevo una famiglia normale, era un po’ più difficile, lo sentivo molto a scuola. Con il passare degli anni mi sono resa conto che non è qualcosa di negativo, anzi. A scuola mi facevano sentire diversa”.

Back to top button