Non è stata la miglior sosta nazionali per la Juventus; i bianconeri hanno perso per infortunio due pezzi pregiati della rosa.

A 4 giorni da Atalanta-Juventus, le notizie che arrivano dall’infermeria sono tutt’altro che buone. Durante gli impegni con le nazionali si sono fermati per inforunio sia Miralem Pjanic che Alex Sandro. Il bosniaco, durante Bosnia-Italia di venerdì scorso, ha lasciato il campo al minuto 77′ per una presunta lesione muscolare. Nonostante le parole ottimistiche di Pjanic nel post partita “Non sembra niente di serio“, dall’ambiente Juve filtra pessimismo sulla possibilità di partire titolare già nella sfida di Bergamo.

Miralem Pjanic, centrocampista della Juve infortunatosi in nazionale. Getty
CREDIT: gazzetta.it

Notizie peggiori, invece, arrivano dal Brasile. Alex Sandro si è fermato durante Brasile-Argentina per un problema all’adduttore della gamba destra. Da quanto trapela dagli ultimi report, dovrebbe essere uno stop di non meno di 15 giorni. Il brasiliano quindi salterebbe sicuramente la trasferta delicatissima contro l’Atalanta, la sfida di Champions contro l’Atletico Madrid e la gara casalinga contro il Sassuolo.

Emergenza quindi per Sarri che dovrà fare a meno di due punti fermi della squadra per due partite importantissime come quella di Bergamo e quella contro l’Atletico Madrid. Alex Sandro, a sinistra, sarà sostituito verosimilmente da De Sciglio, mentre per il sostituto eventuale di Miralem Pjanic dovremo aspettare e vedere quando tornerà Bentancur dopo gli impegni con l’Uruguay.

Tutto questo dopo il presunto “caso Ronaldo“. Caso rientrato (forse mai uscito), con CR7 che dovrebbe portare i compagni di squadra a mangiare fuori prima della partita di Bergamo per scusarsi della reazione avuta dopo la sostituzione.

EDOARDO DI NUZZO

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter dell’autore

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia