Calcio

Juventus-Napoli 1-1: Mertens illude, poi Chiesa la pareggia

Juventus-Napoli, nella 20a giornata del campionato di Serie A 21-22, danno vita a una gara divertente e dal ritmo piuttosto elevato, anche in considerazione del periodo. Mertens porta in vantaggio i partenopei, ma Chiesa pareggia i conti nella ripresa. Così la cronaca del match giocato all’Allianz Stadium.

Il primo tempo di Juventus-Napoli

A partire meglio sono gli uomini di Allegri, al 3′ infatti, Chiesa sfrutta un errore di Di Lorenzo per colpire verso la porta difesa da Ospina, ma la sua conclusione è smorzata in angolo. Dal corner nasce il pericoloso colpo di testa di McKennie, che manda però la sfera di poco larga.

Al 10′ i bianconeri si fanno di nuovo minacciosi con Rabiot, il cui colpoda terra, tuttavia, non trova lo specchio della porta partenopea. Dopo un’altra infruttuosa iniziativa di Chiesa, Insigne, dalla parte opposta, dà segno di sé con un tiro che deficita però della giusta precisione.

Chiesa si conferma in buona serata anche pochi minuti dopo, ma il suo tiro dalla distanza è ancora imperfetto. A cambiare il risultato della gara, invece, è Mertens al 23′, che sfruttando al meglio un assist di Politano, fredda con un forte e preciso diagonale il portiere bianconero.

La Juventus non ci sta e con Morata al 26′, prova a ristabilire la parità, ma l’iniziativa offensiva dello spagnolo è deviata in corner da Rrahmani. L’equilibrio che si stabilisce in campo riduce il numero delle giocate pericolose, che tuttavia al 38′ si alimenta con una forte conclusione di Zielinski, deviata in angolo dai guantoni di Szczesny.

Sul finire del primo tempo una punizione battuta da Mertens potrebbe dare il raddoppio agli ospiti, ma così non è.

Il secondo tempo

La Juventus rientra in campo piuttosto determinata a centrare il pareggio e dopo un’occasione capitata a Morata, i padroni di casa rimettono la gara in equilibrio con Chiesa al 54′, bravo a chiudere in modo vincente un’elaborata azione offensiva dei suoi.

Dopo la prima rete all’Allianz Stadium dell’attaccante bianconero, il Napoli reagisce, graffiando in avanti prima con Insigne e poi con Mertens, ma nessuno dei due è sufficientemente fortunato. Dalla parte opposta, invece, tentano ad entrare nel tabellino dei marcatori prima Bernardeschi e poi McKennie, ma anche i loro tentativi non modificano il punteggio.

Giunti al 63′ Mertens torna a farsi pericoloso dalle parti di Szczesny, ma il suo colpo a rete da posizione defilata trova il portiere avversario pronto alla respinta.

A questo punto Allegri inserisce Dybala al posto di un incolore Bernardeschi e l’argentino lo ripaga rendendosi subito pericoloso in avanti, puntuale, però, la risposta a terra in due tempi di Ospina sul giocatore bianconero.

La gara cala un po’ di ritmo nei minuti successivi, ma all’83’ una ripartenza orchestrata da Dybala, per poco non mette in condizione Cuadrado di calciare pericolosamente in porta dalla corta distanza.

Kean ci prova sui titoli di coda, ma il suo colpo di testa manda la sfera alta sulla traversa.

Il pareggio fa salire il Napoli a 40 punti, mentre i bianconeri toccano quota 35, buoni per guadagnare terreno sui giallorossi di Mourinho, nel pomeriggio caduti a Milano con il Diavolo.

Articolo precedente

Seguici su:

Pagina Facebook Il calcio di Metropolitan

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter Ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Serie A

(Photo credit: SSC Napoli)

Link foto: https://www.facebook.com/SSCNapoli/photos/a.628252337208344/5161759617190904/

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?
Back to top button