Cinema

Kevin Costner, “L’uomo dei sogni” del cinema in 5 film imperdibili

Kevin costner nasce il 18 Gennaio 1955 a Lynwood e diventa un famoso attore, regista e produttore cinematografico. Nel 1991 vince la statuetta agli Oscar come miglior regista grazie a Il film balla coi Lupi del 1990. Il successo continua negli anni 90 con i film Robin Hood, Guardia del corpo, Un mondo perfetto e L’uomo dei sogni. Di seguito i 5 film imperdibili che hanno reso Kevin Costner icona del cinema mondiale.

Kevin Costner l’uomo dei sogni

Kevin Costner
Kevin Costner in L’uomo dei sogni

Nella pellicola del 1989 Kevin Costner interpreta un agricoltore di nome Ray che si trasferisce con la famiglia nell’Iowa. Una sera, mentre cammina nel campo di granoturco, sente una voce che sussurra “se lo costruisci, lui tornerà”. Ray sentirà l’istinto di costruire proprio lì un campo da baseball regolamentare, collocato vicino alla sua fattoria. Una notte, su quel campo, si materializzano i giocatori del Chicago White Sox, che nel 1919 furono squalificati.

Con il passare del tempo Ray capisce che lo scopo di tutto questo è quello di porre rimedio al dolore per la perdita del padre, fan sfegatato della squadra dei White Sox. Il campo da baseball riunirà Ray al padre, che era morto senza che i due facessero pace, dopo una lite che li aveva allontanati. Il film termina con una partita a baseball tra padre e figlio. L’American film Institute lo pone al sesto posto fra i migliori film fantasy.

Balla coi lupi, il rapporto speciale con due calzini

Pellicola diretta e interpretata da Kevin Costner. E’ un film western del 1990 ambientato nel 1863, durante la guerra di secessione. John Dunbar, Interpretato da Kevin Costner, è un’ufficiale dell’esercito unionista, che dopo essere stato gravemente ferito, cerca di suicidarsi dinnanzi l’esercito nemico. Questo gesto però dà inaspettatamente la possibilità al suo esercito di vincere la guerra. Diventa così un eroe di guerra e il valoroso tenente chiede di essere stanziato nella prateria del Nebraska. Arrivato alla  base però la trova deserta, in quanto il maggiore del posto si era appena suicidato. Rimarrà da solo, scrivendo il suo diario e mettendosi al lavoro per ristrutturare la base.

Gli farà compagnia solo un lupo a cui darà il nome “due calzini“. Si avvicinerà successivamente ad un popolo nomade, una tribù indiana locale, di nome Sioux lakota. Ne sposerà una componente, chiamata alzata con pugno, e li aiuterà a sconfiggere una tribù nemica. Inserito a tutti gli effetti nella tribù, il tenente verrà soprannominato Balla coi Lupi per la sua stramba amicizia fra lui e due calzini. Dopo essere stato condannato a morte per tradimento dai soldati nordisti, riuscirà a scappare e deciderà di abbandonare l’esercito e di fare della tribù la sua nuova famiglia. Il film diventa un successo planetario vincendo 7 premi Oscar e tre Golden Globe. Quando apparve in televisione per la prima volta nel 1993, fa in assoluto gli ascolti più alti della televisione italiana fino a quel momento.

Robin Hood il principe dei ladri e la libertà del popolo di Nottingham

Kevin Costner
Kevin Costner in Robin Hood

Pellicola del 1991 è ambientata nella Gerusalemme del 1194. L’attore qui interpreta Robin Hood che, di ritorno dalla terza crociata, viene recluso in prigione assieme al suo amico Peter e al saraceno Azeem. Qui Peter perderà la vita e pregherà Robin di occuparsi della sorella Marian. Riuscendo a fuggire di prigione Robin ritorna in Inghilterra ma trova la sua casa completamente distrutta e il padre assassinato. Nel frattempo a Nottingham lo sceriffo organizza un colpo di Stato, tassando il popolo per ottenere il denaro per le armi. Robin si reca da Marian per proteggerla e scopre le mire del malvagio sceriffo.

Rifugiatosi nella foresta di Sherwood incontra Little John e il suo gruppo di fuorilegge. Ne diventa così il capo, organizzando numerosi furti, per ridare i denari alla popolazione.  Si unisce alla combriccola anche il frate Tuck. Lo sceriffo metterà così una grossa taglia sulla testa di Robin e imprigionerà gran parte del popolo. Egli ha anche delle mire su Marian, la rapisce infatti per sposarla. Il film terminerà con l’uccisione dell’avido sceriffo, la liberazione degli incarcerati e il matrimonio di Robin e Marion. Il ritorno di Re Riccardo ridarà la serenità e la pace alla popolazione di Nottingham. Il film firmato da Kevin Reynolds e la colonna sonora di Brian Adams diventano un cult degli anni 90.

Guardia del corpo, l’intramontabile storia d’amore

Kevin Costner
Kevin Costner in Guardia del corpo

Film del 1992 dove Kevin costner interpreta una guardia del corpo, Frank Farmer,  che deve proteggere una cantante famosa di nome Rachel Marron ( Whitney Houston). La pop star viene minacciata infatti da diverso tempo da uno stalker tramite lettere minatorie. Il carattere scontroso della star però rende difficile il lavoro di Frank in quanto la donna risulta anche riluttante ad essere protetta. Una sera i due, dopo essere usciti fuori a cena, passano una notte di passione insieme. Ben presto arriverà una telefonata che minaccia di morte Rachel, così Frank si vede costretto a portare via per qualche giorno la cantante e la sua famiglia.

Si recheranno in montagna dal padre di Frank con il figlio Fletcher e la sorella di Rachel, Niki. Qui però, dopo aver scoperto che la mandante delle minacce era proprio Niki, la donna viene uccisa dallo stalker. Ritornano quindi a Los Angeles per affrontare la notte degli Oscar. In questa occasione per salvare la vita alla cantante Frank viene ferito. Il film è accompagnato dalla intramontabile I will always love you di Whitney Houston e si chiuderà con un bacio appassionato tra i due. Film di riferimento degli anni 90, che fa da trampolino di lancio per la carriera di Costner.

Un mondo perfetto, il legame speciale fra un bambino e un criminale

Film del 1993, vede Costner nei panni di un detenuto di nome Buch che riesce ad evadere dal carcere con il suo compagno di prigione Terry. Terry fa irruzione in una casa dove trova una madre con tre figli, ma attirando le attenzioni dei vicini, costringe Buch a scappare, prendendo in ostaggio uno dei tre bambini e fuggendo verso il Texas. Si occuperà del caso il capo della polizia Red, un tiratore scelto e una esperta criminologa. Si instaura fra Bach e il bambino Philip un rapporto fraterno. Per il piccolo il criminale le appare come il padre mai avuto, e vivrà il rapimento come una grande avventura. Philip, diventa per l’evasore, motivo di cambiamento interiore e si crea così un legame indissolubile. Pellicola di enorme successo di Clint Eastwood. Ne vale la nomination come miglior attore a Kevin Costner, per la sua interpretazione del detenuto dal cuore d’oro.

Seguici si Google News

Back to top button