Kolarov ed Ibrahimovic: il Bologna in cerca d’esperienza

Il Bologna si allena a Casteldebole agli ordini di Sinisa Mihajlovic. Allenamento di gruppo con lavori con il pallone (senza contrasto) e tecnica individuale, niente partitella finale. Nel frattempo la dirigenza opera sul mercato sottotraccia, nell’attesa di capire quale sarà il futuro della Serie A. Con due colpi nel mirino: si tratta di Kolarov della Roma ed Ibrahimovic.

I piani di mercato del Bologna

La Serie A ripartirà oppure no? Intorno a questa domanda ruotano i progetti di calciomercato del Bologna, come di molti club italiani. La prospettiva di riprendere a giocare porterebbe Bigon, Di Vaio e Sabatini a operare sul mercato con un budget a disposizione (vedi i ricavi dei diritti televisivi). In caso di interruzione del calcio giocato, la prossima campagna acquisti/cessioni sarà orientata verso il risparmio tramite operazioni mirate e intelligenti.

Non mancano però le suggestioni dalle parti di Casteldebole, dove la squadra si allena sotto la guida di Sinisa Mihajlovic. Proprio la presenza del tecnico serbo potrebbe essere determinante per portare alla sua corte due nomi di grido, oltre che di grande qualità. Parliamo di Aleksandar Kolarov e Zlatan Ibrahimovic.

Kolarov, idea rossoblu

Il terzino sinistro della Roma potrebbe lasciare la Capitale e accasarsi al Bologna nella prossima stagione. Non è un mistero che il giocatore serbo, classe 1985, abbia avuto degli alti e bassi con la squadra giallorossa, soprattutto con la tifoseria. Il contratto di Kolarov scade a giugno del 2021 e il giocatore deve ancora prendere una decisione sul suo futuro. Dal canto suo, il Bologna deve valutare la posizione di Mitchell Dijks il quale non vede il campo da settembre.

Qui si inserisce Sinisa Mihajlovic, il quale conosce molto bene Kolarov e lo vorrebbe a Bologna sia come elemento di grande caratura tecnica, oltre che di personalità. Anche Walter Sabatini potrebbe giocare un ruolo fondamentale nelle scelte del difensore serbo, sul quale però Paulo Fonseca, allenatore della Roma, sembra aver messo un veto come riporta il sito siamolaroma.it.

Il sogno Ibrahimovic per il Bologna

Nella lista dei desideri di Mihajlovic, per quanto riguarda l’attacco, non può che esserci al primo posto Zlatan Ibrahimovic. Fra i due il rapporto è ottimo, e lo dimostra anche la recente telefonata fatta dal mister serbo alla punta svedese, come riporta il Corriere dello sport. Allora la domanda viene spontanea: chi può portare a Bologna Ibrahimovic? la risposta è semplice: Ibrahimovic stesso.

Tutto dipende dalla volontà dell’attaccante svedese di imbarcarsi in una nuova avventura, guidato da un tecnico amico che sogna di avere una stella al suo cospetto. Nonostante l’età e il suo stato di forma non impeccabile, come ha affermato Marco Di Vaio sempre al quotidiano romano, solo Ibra può decidere del futuro di Ibra. Se lo svedese darà l’assoluta certezza di andare al Bologna, allora si metterà in moto la macchina guidata da Mino Raiola e la dirigenza rossoblu per trasformare un sogno in realtà.

Le altre trattative

Se la Serie A dovesse riprendere, Mihajlovic avrebbe già pronti alcuni nomi da proporre a Bigon. Come riporta il Corriere dello sport, per l’attacco Andrea Favilli resta un’alternativa più che valida, specialmente se dovesse partire Federico Santander.
Per la difesa invece è ancora caldo il profilo di Lyanco Evangelista, difensore brasiliano in forza al Torino, nella speranza che Cairo non esageri con le pretese.

Infine per la corsia esterna difensiva, è vivo il nome di Arturo Calabresi. Il terzino destro, ora all’Amiens dove ha ottenuto ottime prestazioni, potrebbe tornare a casa. Il club francese dovrebbe versare nelle casse rossoblu 3 milioni di euro per il riscatto, mentre il club felsineo potrebbe far valere il controriscatto versando altrettanto 3 milioni di euro all’Amiens.

Seguici su Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA