La Carmen di Bizet su Rai 5

Lunedì 18 gennaio alle ore 10:00 su Rai 5 va in onda “La Carmen” di Georges Bizet nell’esecuzione che aprì la stagione 2009/2010 della Scala di Milano. Sul podio il maestro Daniel Barenboim con il debutto alla regia di Emma Dante. Protagonisti sul palco Jonas Kaufmann, Erwin Schrotte e Anita Rachvelishvili per la regia tv di Lorena Sardi

Questo capolavoro è al secondo posto nella classifica delle opere più rappresentate di sempre, subito dopo “La Traviata” di Giuseppe Verdi. I brani sono diventati molto popolari anche al di fuori dell’ambito teatrale, uno su tutte L’amour est un oiseau rebelle anche conosciuto semplicemente come Habanera e magistralmente interpretato da Maria Callas

Libretto de "La Carmen" - Photo credits: pinterest.com
Libretto de “La Carmen” – Photo credits: pinterest.com

La Carmen, la prima a Parigi e il successo internazionale

La prima rappresentazione della Carmen ebbe luogo all’Opéra-Comique di Parigi il 3 marzo 1875, il giorno stesso in cui Bizet fu premiato con la Légion d’honneur. Inizialmente l’opera non ebbe un riscontro positivo e Bizet non fece in tempo a vederne la fortuna. L’opera fu infatti il suo ultimo lavoro: morì a soli 36 anni, dopo appena tre mesi dalla prima di Parigi.  

Tuttavia, pochi giorni prima di morire, il compositore aveva firmato un contratto per una produzione viennese dell’opera. A partire da Vienna le rappresentazioni della Carmen iniziarono a diffondersi e a riscuotere successo, fino a raggiungere l’approvazione di alcuni grandi musicisti e compositori del tempo quali Richard WagnerJohannes Brahms Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Balletto della rappresentazione de "La Carmen" di Emma Dante - Photo credits: fermataspettacolo.it
Balletto della rappresentazione de “La Carmen” di Emma Dante – Photo credits: fermataspettacolo.it

Uno scherzo del destino

Le vicende di questa celebre opera in quattro atti si ispirano alla novella omonima di Prosper Mérimée e lo stesso Bizet partecipò al riadattamento del libretto. Poiché il testo originario era molto cruento, si cercò di rallegrare e alleggerire la trama. Queste modifiche erano necessarie poiché il testo di Mérimée era carico di passaggi giudicati troppo violenti per un teatro frequentato da famiglie quale l’Opéra-Comique. 

Eppure, nonostante la riscrittura, l’opera non fu capita. Bizet fu accusato di oscenità anche a causa dei protagonisti ovvero zingare, saltimbanchi e disertori, tutti personaggi molto poco apprezzati per la loro immoralità. Dunque per un ironico gioco del destino, il capolavoro riuscì ad affermarsi soltanto uscendo dalle mura del teatro che ne aveva commissionato la realizzazione.

Immagine in copertina: Scala di Milano – Photo credits: milanoevents.it

di Flavia Sciortino

Seguici su:

Facebook

Instagram

Twitter

© RIPRODUZIONE RISERVATA