Vogliamo celebrare il primo giorno della Primavera con tre bellissimi quadri di celebri pittori Impressionisti che ci portano in casa i colori e l’atmosfera della rinascita primaverile.

La Primavera nell’arte degli Impressionisti

Gli Impressionisti ci regalano suggestive immagini della primavera in quanto la fioritura primaverile è un soggetto molto affine alla loro poetica.

van-gogh-mandorlo-in-fiore dal web https://www.vangoghmuseum.nl
Vincent Van Gogh – Mandorlo in fiore Photo credits sito web Museo di Van Gogh

Questi artisti provengono da formazioni ed esperienze molto diverse, con loro differenze di stile e di pensiero, ma una delle caratteristiche che accomuna questo movimento è la tematica del paesaggio.

La grande rivoluzione che l’impressionismo porta in pittura è che questi artisti non rappresentano più la realtà come essa è, ma mediata dai loro sentimenti. Cercano di portare sulla tela l’impressione di determinato stimolo visivo dettato da un particolare momento e una determinata di luce. Per meglio raggiungere questo risultato questi artisti ameranno dipingere fuori dai tradizionali Atelier e andare a dipingere all’aria aperta, en plain air.

La modernità concorre all’affermazione di questo movimento. Per prima cosa, il compito di rappresentare la realtà così come è alla fine dell’Ottocento sarà affidato alla fotografia, che si sta affermano in quegli anni, mentre compito della pittura sarà quello di andare oltre l’immagine.

Vincent Van Gogh - Albicocchi in fiore in primavera photo Credits Web Museo Van Gogh
Vincent Van Gogh – Albicocchi in fiore

Inoltre i progressi della chimica industriale rendono disponibili i primi colori a olio in tubetto, facili da trasportare e immediati da usare, indispensabili per la pittura en plain air. Ed il fatto che gli impressionisit amavano dipingere all’aria aperta diede grande impulso all’industria del colore.

Primavera in tre quadri

Vogliamo celebrare oggi  il primo giorno della primavera con tre bellissimi quadri di tre celebri pittori impressionisti che ci portano in casa i colori e l’atmosfera della rinascita primaverile.

Claude Monet

La natura è la musa di Monet e lui il principe delle sfumature di colore. Dedicandosi al tema della primavera, riesce a riprodurre sulla tela delle sfumature incredibili e delicate riflesse dalla luce primaverile. Dal punto di vista cromatico la primavera è uno spettacolo continuo che ben si presta alla poetica impressionista e alla sua ricerca e al suo studio su colore e luce. Famosissimi i quadri di Monet dedicati alle Ninfee del suo giardino.

MUSEO MARMOTTAN MONET
Ninfee di Monet – photocredits web Museo Marmottan Monet

Pierre Auguste Renoir

Renoir è stato un altro massimo esponente del impressionismo. Con le loro atmosfere vibranti le sue opere lasciano sempre trapelare rinascita e gioia di vivere. Nel quadro Periferia del 1890, la morbidezza del pennello ci accompagna in una fresca passeggiata di primavera.

Renoir - Primavera in Periferia 1890 lasottilelineadombra.com
Renoir – Primavera in Periferia 1890

Van Gogh

Vincent Van Gogh - Mandorli in fiore in primavera photo credits web pausacaffeblog
Vincent Van Gogh – Mandorli in fiore photo credits web pausacaffeblog

Ma l’artista che ha celebrato la Primavera con maggior sentimento nella mia opinione è Van Gogh. Con i suoi commuoventi gialli sulla tela Van Gogh lascia trasparire quando una luce di speranza arrivava a illuminare il suo dramma esistenziale. Anche per lui la fioritura era simbolo della vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA