Arte e Intrattenimento

La Stazione dell’Arte di Maria Lai

A Ulassai in Sardegna con la rubrica Hidden Place visitiamo Stazione dell’Arte dedicata all’artista Maria Lai.

La Stazione dell’Arte

La Stazione dell’arte è un museo d’arte contemporanea dedicato all’opera di Maria Lai. Inaugurato nel 2006, in seguito a una donazione da parte dell’artista di oltre centoquaranta opere. Il museo sorge nei locali dell’ex stazione ferroviaria, posta a valle del paese. La scelta del luogo manifesta gli intenti più cari del lavoro dell’artista, ovvero quello di avvicinare l’arte alla gente. La stazione, infatti, comunemente percepita come luogo di partenze e di arrivi, di incontri, di rapporti umani che si ritrovano e si separano, si trasforma in una cornice ideale. Qui si trovano le opere che Maria Lai ha lasciato in eredità al suo paese natale.

Maria Lai ha segnato profondamente l’arte contemporanea del novecento ed ha avviato, ad Ulassai, un progetto culturale che è che la naturale prosecuzione della vocazione nel campo dell’arte contemporanea del paese. Spartiacque fondamentale di tale vocazione fu lo straordinario intervento della Lai “Legarsi alla montagna” del 1981. In questa occasione tutte le case del paese e le montagne circostanti, ispirandosi ad un’antica leggenda locale, sono state legate con un nastro celeste lungo ventisette chilometri.

Maria Lai

Sul sito web del museo è on line una rassegna di oltre venti opere dell’artista. Le opere appartenenti alla collezione del Museo Stazione dell’Arte vogliono indagare in maniera sistematica l’ambizione di Maria Lai di trovare un linguaggio artistico universale attraverso l’uso della metafora. Infatti è questo lo strumento di lettura della sua produzione degli ultimi trent’anni.

Ulassai

Maria Lai nasce nel 1919 a Ulassai. Fin da bambina mostra uno spiccato talento artistico. Pochi anni dopo, la famiglia decide di iscriverla alle scuole secondarie a Cagliari, dove conosce Salvatore Cambosu, che per primo scopre la sua sensibilità artistica. Nel 1939 si trasferisce a Roma per frequentare il Liceo Artistico. Una volta completati gli studi, parte alla volta di Verona e, successivamente, a Venezia, dove si iscrive all’Accademia di Belle Arti. Qui ha la possibilità di seguire le lezioni di Arturo Martini. A proposito del suo paese dirà:

Ulassai è una metafora straordinaria, perché è minacciata da frane, come il mondo.

La Fondazione Stazione dell’Arte ha rercentemente pubblicato sul suo sito web le opere che hanno risposto alla open call per raccontare e condividere online, attraverso un’immagine o un testo la propria interpretazione del concetto di “frana”.

di M. Cristina Cadolini

Adv
Adv
Back to top button