Gossip e Tv

La storia di Gianluca Cofone: “Difficile abbattere stereotipo su chi è affetto da nanismo”

Adv

Da Nano Cafone alle commedie con Siani e ProiettiGianluca Cofone si racconta. Il 29enne attore e youtuber affetto da nanismo acondroplastico fin dalla nascita ha spiegato come si è sentito in scena di fianco a grandi attori della risata all’italiana.

“Esperienze bellissime, ma spero che arrivino sempre più ruoli dove non ruoti tutto attorno agli stereotipi legati al mio aspetto”. Cofone era nel cast di due film di Natale, dove ha interpretato un elfo: Io sono Babbo Natale con Gigi Proietti e Marco Giallini, e Chi ha incastrato Babbo Natale? assieme ad Alessandro Siani e Christian De Sica. Cofone, tra l’altro, ci aveva giocato molto sul suo aspetto fisico, facendosi conoscere per parecchi video molto autoironici e parecchio cazzuti (lui dice: “forse ho ceduto al trash”) che l’hanno visto contrapporsi nientemeno che a Rocco Siffredi. “E’ molto difficile cancellare lo stereotipo che c’è su di noi”, spiega Cofone. “Ci è riuscito Peter Dinklage (…) Io ho solo la mia gavetta alle spalle”. Poi l’attore ricorda che il pregiudizio nell’adolescenza ha pesato molto, ma amici e fidanzate non gli sono mancate, nonostante battute e una mamma di una ragazza con cui aveva una relazione con non l’approvava per il suo aspetto fisico. “L’ignoranza è ben peggio della mia condizione”, ha chiosato ricordando che continua a ricevere offerte di lavoro improbabili e avvilenti come quella di “vestirsi in modi assurdi” e quindi “farsi portare in giro”: “Rifiuto tutte queste proposte, comprese quelle osè che tristemente ci sono. Oggi ci faccio due risate, ma il mio scopo è fare davvero l’artista”.

Gianluca Cofone, il nano più famoso sui social

“Partecipare al cast di questo film è stato per me un onore pazzesco – dichiara Gianluca Cofone –  Non avrei mai immaginato di lavorare un giorno al fianco di Alessandro Siani e Christian De sica, due artisti di straordinario talento ma soprattutto persone di autentica bellezza d’animo. Recitare nel ruolo di uno dei folletti “aiutanti” di Babbo Natale (Christian De sica) è stato per me pazzesco ed emozionante, ne vedrete delle belle sul set mi sono divertito da pazzi. Del resto con l’energia contagiosa della regia di Alessandro Siani non poteva essere diversamente. Nonostante non sia la mia prima esperienza su un set, di questo film mi porterò dietro un ricordo unico nel cuore. Inizialmente avevo paura di non riuscire a partecipare alla produzione del film in quanto qualche settimana prima delle riprese ufficiali presi il covid, ho passato settimane dure e sono riuscito a farne parte una volta negativizzato completamente. Ringrazio Alessandro Siani per avermi voluto in questa straordinaria avventura”.

Gianluca Cofone, attore, youtubers, creator digitale e animatore è uno dei nani più seguiti della rete con milioni di views sui suoi canali ufficiali. Gianluca dopo un lungo percorso negli anni tra animazione e intrattenimento in molteplici locali d’Italia e d’Europa approda con grande entusiasmo al mondo del cinema dapprima come figurante speciale in molteplici set cinematografici e poi come attore lavorando in produzioni come “la Bella e la Bestia” di Costa e “Io sono Babbo Natale” di Falcone dove ha avuto la fortuna di conoscere anche Gigi Proietti.

Accanto al cinema innumerevoli le sue esperienze in tv sia in spot di note aziende come Vodafone, Birra Moretti o Tim solo per citarne alcune sino alla partecipazione a programmi tv del calibro delle Iene e “Cose da non chiedere” di Real time. La sua grande passione per la musica lo porta anche a partecipare a videoclip di artisti come J AX, Shade, Willie  Peyote, GionnyScandal e Simona Molinari. Talento dotato di un’innata e straordinaria carica e travolgente ironia produce negli anni video virali dai contenuti più disparati partecipando anche a video di creator quali i Panpers, The Show, Himorta , Elites, Gabriele Vagnato, Matt&Bise e Leonardo De Carli.

Affetto dalla nascita da nanismo acondroplasico Gianluca è un giovane talento ricco di molteplici sfumature e con un animo nobile e altruista.  Non si è mai arreso alle “diversità” e ha continuato a seguire nonostante le difficoltà del quotidiano le sue passioni con determinazione e costanza mettendo al servizio altrui la sua connaturale e stravagante ironia. Con determinazione è riuscito a trasformare la sua condizione permanente in forza regalando sorrisi ed emozioni a tutte le persone che ha incontrato nella sua vita. Uno straordinario esempio di tenacia e rara sensibilità che ci insegnano a guardare sempre avanti e a non arrendersi mai.

Related Articles

Back to top button