Lady Gaga, icona indiscussa della musica pop internazionale, è una delle più grandi leggende della nostra generazione e diva dei nostri tempi! Una tra le star più eccentriche e controverse dello star system, con un look che non passa mai inosservato ed un carattere eccentrico e singolare, Lady Gaga pubblica ben nove album all’interno della sua carriera ricevendo premi come l’Oscar 2019 per “miglior canzone” con il brano Shallow presente nel film A Star Is Born diretto da Bradley Cooper.

In grado di far innamorare milioni di fan in ogni parte del mondo, è stata autrice di brani per colossi della musica internazionale come le Pussycat Dolls, Jennifer Lopez, Fergie, Akon (etichetta Konvict Muzik) e Britney Spears. Nel 2011 ha duettato con Helton John nel brano Hello, Hello e nel 2017 si è esibita al 51esimo Halftime del Super Bowl nel Cowboys Stadium in Texas (2.2 milioni di tweets in meno di un’ora) indossando body di cristalli e borchie firmato Versace.

Lady Gaga e Madonna - immagine web
Lady Gaga e Madonna – immagine web

Lady Gaga icona di stile

Non solo cantante ed attrice, nel 2011 riceve il Fashion Icon Award (premio Moda) durante i CFDA Fashion Awards. A proposito di moda, curioso ricordare l’outfit indossato durante gli MTV Video Music Awards del 2010 il riconoscimento “Video dell’Anno”. La popstar si è presentata sul red carpet con un vestito realizzato con 23 kg di vera e propria carne bovina! Grande amante di Freddie Mercury, il suo nome d’arte proviene da una citazione del brano Radio Ga Ga dei Queen.

Secondo quanto riporta la rivista statunitense Billboard, Lady Gaga si delinea tra i cantanti con maggior vendite nella storia dell’era digitale con ben 28 milioni di album venduti e 157 milioni di singoli pubblicati. Sono 216 i premi vinti tra cui due come “migliore artista pop/rock femminile” agli American Music Awards, sette ai Billboard Music Awards (tra cui “migliore artista pop/dance” e “miglior fashion artist”), ben tredici ai BMI Awards (premiate diverse canzoni come Poker FaceBad Romance, Paparazzi etc.) e molti altri. 

Lady Gaga - © Photo  Gregg DeGuire
Lady Gaga – © Photo Gregg DeGuire

Gli esordi

“Non ho creato la fama, la fama ha creato me”

In arte Lady Gaga, Stefani Joanne Angelina Germanotta nasce il 28 marzo 1986 nell’Upper East Side di New York e le sue origini sono italo-americane. Suo padre è un imprenditore di origini sicilian mentre la mamma è franco-canadese. Studia nella scuola cattolica Convent of The Sacred Heart dove inizia a sviluppare l’amore per il palcoscenico e viene scelta nel ruolo di protagonista in diversi musical. 

Il padre fin da piccola le trasmette l’amore per la musica e la piccola Stefani prende ripetizioni dalla stessa insegnante di Christina Aguilera. Dopo il diploma si trasferisce a Manhattan esibendosi in burlesque bar ed avvicinandosi al mondo dello stripper. Durante gli esordi forma un importante gruppo musicale chiamato The Stefani Germanotta Band con il quale rilascia due EP ovvero Words e Red and Blue . A 19 anni firma il suo primo contratto discografico con l’ Universal Music e si esibisce spesso con la DJ e ballerina Lady Starlight ormai diventata come una sorella per l’artista.

Stupid Love Lady Gaga – Video Credits: Youtube

Poker Face ed il grande successo

Nel 2008 pubblica l’album d’esordio The Fame con oltre 15 milioni di copie vendute premiato ai 52° Grammy Awards come “migliore album elettro/dance” trascinato da Just Dance e Poker Face. L’anno seguente viene pubblicata The Fame Monster (si ricordano i singoli Bad Romance, Telephone ed Alejandro) raggiunge oltre 1 miliardo di visualizzazioni su Youtube. Born This Way , terzo album vende 8 milioni di copie in tutto il mondo ed ottiene due premi durante i MuchMusic Video Awards;

Il quarto album Artpop contiene il supersingolo Applause; Cheek To Cheek del 2014, con la preziosa collaborazione di Tony Bennett dal sound jazz/swing. Due anni dopo arriva Joanne seguito da A Star Is Born ed Enigma. Lo scorso 28 febbraio viene rilasciato da Stupid Love il nuovo singolo che anticipa l’album Chromatica che sarà pubblicato a data da destinarsi a casa dell’emergenza sanitaria.

Francesca Paladino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo precedentePink Floyd, The Division Bell e la mancanza di comunicazione
Articolo successivoAmelia Rosselli e la poetica del lutto