Calcio

Lautaro-Correa, l’Argentina si veste di nerazzurro: sorride Inzaghi

La coppia che scoppia. In questo avvio di stagione, Lautaro Martinez e Joaquin Correa si stanno mettendo in luce grazie ad ottime prestazioni. Insieme, i due calciatori argentini stanno trascinando l’Inter e la Nazionale argentina a suon di gol e giocate che testimoniano la nascita di un feeling che potrebbe far sognare Lionel Scaloni (Commissario Tecnico dell’Albiceleste) e Simone Inzaghi (mister dell’Inter). Dopo aver ribaltato il match di campionato contro l’Hellas Verona, la coppa d’oro ha spianato la via della vittoria ai campioni del Sudamerica contro il Venezuela nel match valevole per le qualificazioni al prossimo Mondiale del 2022 che si giocherà in Qatar. È nato un nuovo “sodalizio del gol” all’ombra della Madonnina? Lautaro-Correa cammina spedita sulle orme della vecchia Lu-La.

Lautaro-Correa, da Verona al Venezuela: Inzaghi può sorridere

Non è stata un’estate semplicissima per i tifosi nerazzurri. Nelle calde giornate votate alla bella stagione, il popolo campione d’Italia ha salutato Romelu Lukaku, la bocca da fuoco principale dei meneghini negli ultimi anni. Al posto del panzer belga, tornato al Chelsea campione d’Europa, sono arrivati Edin Dzeko e Joaquin Correa che, insieme a Lautaro Martinez, formeranno l’attacco di Simone Inzaghi per questa stagione sportiva. Le potenzialità del nuovo pacchetto offensivo dei milanesi si sono palesate immediatamente in questo avvio di Serie A, con il bosniaco che ha risposto presente nella gara casalinga con il Genoa e con la coppia Lautaro-Correa che è apparsa sugli scudi.

Proprio il duo di sudamericani si è rivelato determinante nell’importante affermazione esterna del Bentegodi: dopo lo svantaggio iniziale causato dalla rete di Ilic, l’Inter è riuscita a ribaltare il punteggio grazie al pareggio di Lautaro Martinez ed alla doppietta di Joaquin Correa, all’esordio in nerazzurro. La magia si è ripetuta anche nel Nuovo Continente. La coppia d’attacco interista ha portato sul 2-0 l’Argentina contro il Venezuela spianando, di fatto, la via della vittoria alla compagine di Lionel Scaloni. L’asse funziona a meraviglia: il momentaneo 2-0 è stato costruito, non a caso, dalla sponda del Toro tramutata in rete dal Tucu. Una manna dal cielo per mister Simone Inzaghi che potrà contare su una coppia dal feeling devastante. Senza dimenticare Edin Dzeko che ha fermato, timbrando il cartellino, la Francia con la sua Bosnia. Bocche da fuoco in calore pronte a cancellare il ricordo di Romelu Lukaku.

ANDREA MARI

Seguici su Metropolitan Magazine

(Credit foto – Argentina Football Supporters of Bangladesh)

Adv
Adv
Adv
Back to top button