Lazio-Inter è un crocevia fondamentale per il campionato di entrambe le squadre. Allo Stadio Olimpico, contro ogni probabile previsione ad inizio campionato, andrà in scena un vero e proprio match scudetto. La possibile vincitrice potrebbe ritagliarsi il ruolo di principale antagonista della Juventus, questo pomeriggio vincente contro il Brescia, per la corsa al tricolore.

Lazio-Inter: la situazione

La Lazio ha un pessimo trend contro i nerazzurri in generale e il bilancio non migliora nemmeno nelle mura amiche dello Stadio Olimpico. Tuttavia, i ragazzi di Simone Inzaghi, sorpresa di questa Serie A, vogliono proseguire il loro percorso straordinario. Forti del secondo miglior attacco di questa Serie A e della migliora difesa (insieme proprio a quella interista), la Lazio è reduce da un’incredibile striscia di risultati positivi in campionato. L’unica sconfitta nel nuovo anno è stata contro il Napoli in Coppa Italia nei quarti di finali, partita che è valsa l’eliminazione prematura per i biancocelesti. In campionato, però, i capitolini non vogliono assolutamente smettere di sognare.

L’Inter, dall’altra parte, vuole tenere il passo della Juventus. Gli uomini di Conte, dopo la straordinaria rimonta della scorsa settimana nel derby, inseguono la terza vittoria di fila in campionato. I tre pareggi consecutivi a Gennaio sembravano aver rallentato i nerazzurri. Tuttavia, i passi falsi della Juventus hanno comunque tenuto in vita un campionato, più che mai appassionante. In settimana, è arrivata l’inattesa sconfitta a San Siro contro il Napoli nelle semifinali d’andata di Coppa Italia e il prossimo Giovedì sarà tempo di Europa league. Fondamentale, per Conte, sarà dunque sfruttare l’ampia rosa a disposizione per provare ad arrivare fino in fondo in tutte le competizioni.

Lazio-Inter: le formazioni ufficiali

Per i biancocelesti pesa l’assenza di Lulic, unico indisponibile per Inzaghi. Solo panchina, invece, per Correa e Lazzari, la spuntano Caicedo e Marusic.

Per l’Inter, ancora problemi fisici per Sensi, indisponibile così come Asamoah, Gagliardini ed Esposito. Candreva preferito a Moses, si rivede la coppia Lautaro-Lukaku anche in campionato.

LAZIO (3-5-2): Strakosha, L.Felipe, Acerbi, Radu, Marusic, Milinkovic, L.Leiva, L.Alberto, Jony, Caicedo, Immobile All S.Inzaghi

INTER (3-5-2): Padelli, Skriniar, de Vrij, Godin, Candreva, Vecino, Brozovic, Barella, Young, Lukaku, Lautaro All A.Conte

ARBITRO: Rocchi di Firenze

Cronaca

Fase di studio nei primi minuti, con le due squadre che non vogliono scoprirsi. Prima grande opportunità per la Lazio al 7′, con il siluro dalla distanza di Milinkovic che trova la traversa. L’Inter risponde immediatamente, con una grande discesa di Candreva, che mette un bel pallone nel mezzo, L.Felipe allontana ogni minaccia. Al 18′ altra buona azione manovrata della squadra di Conte, bel contropiede diretto da Brozovic a servire Lukaku, Strakosha risponde prontamente. Partita tattica ed equilibrata, la Lazio torna a farsi vedere con una buona sponda di Immobile per L.Leiva, pallone ampiamente alto. Pochi squilli nella prima mezz’ora, particolarmente attivo l’ex di turno Candreva sulla fascia destra.

Al 37′ ottimo traversone di Jony, de Vrij allontana in angolo. Al 43′ si sblocca la gara: Strakosha respinge malamente il forte tiro centrale di Candreva, sulla respinta si fionda Young che, di controbalzo, trova lo 0-1. Dopo due minuti di recupero, termina un primo tempo molto equilibrato e sbloccato nel finale dalla squadra di Conte grazie al gol di Young, alla prima marcatura con la nuova maglia.

Secondo tempo

Si riparte con i secondi 45′, nessun cambio per le due squadre. Arriva subito l’episodio che riapre la partita, pallone insidioso in area, Skriniar interviene in scivolata e anticipa Padelli, il pallone si impenna e arriva ad Immobile, ostacolato da de Vrij al momento di calciare: calcio di rigore. Dagli undici metri, implacabile Ciro Immobile, che spiazza Padelli e trova il 26esimo gol stagionale, 1-1. Al 57′ prova a rispondere l’Inter, con la grande combinazione sull’asse Lautaro-Lukaku, ma il belga viene murato da Acerbi. Simone Inzaghi, intanto, inserisce forze fresche in campo: fuori Jony e Caicedo, dentro Lazzari e Correa.

La partita si fa vivace, prima l’Inter si rende pericolosa con una grande discesa di Young, fermato da L.Felipe, poi la Lazio risponde con il destro del neo-entrato Correa, tiro che finisce altissimo. Al 69′ arriva l’improvviso vantaggio biancoceleste: da calcio d’angolo, tiro a botta sicura di Marusic, Brozovic salva miracolosamente sulla linea, ma il pallone rimane in area piccola e Milinkovic ne approfitta e lo gira in porta, 2-1 e rimonta completata. Conte prova a scuotere un Inter in confusione, fuori Candreva e Brozovic, dentro Moses ed Eriksen. Il danese è subito pericoloso con un bel destro di Eriksen ad impegnare Strakosha, sul proseguo dell’azione Lautaro segna il gol del pareggio, annullato per fuorigioco. Ultimo cambio, intanto, per la Lazio: fuori L.Leiva, dentro Cataldi.

Al 85′ sfiora il 3-1 la Lazio, con una fantastica invenzione di Immobile, che si incunea nella difesa nerazzurra e conclude a botta sicura, Padelli salva tutto. Conte si gioca le ultime carte offensive: fuori Godin, dentro Sanchez. AL 89′ Strakosha anticipa Lautaro in uscita, l’azione prosegue e il pallone arriva a Lukaku, Acerbi salva miracolosamente. Dopo i cinque minuti di recupero, termina il match. Clamoroso successo della Lazio, che supera proprio l’Inter e raggiunge il secondo posto, -1 dalla Juventus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA