Basket

LBA, Goodbye Italy: la fuga degli stranieri

LBA Come normale che sia la confusione regna sovrana. Tra chi ipotizza la chiusura della stagione e chi, invece, mostra grande fantasia. La situazione non è facile per le società. I problemi economici si sentono e si faranno sentire. Oltre a questo c’è anche da gestire il gruppo dei giocatori. Ci sono club che condividono la quarantena e altri, invece, che si fidano dei loro tesserati, in attesa di ritornare in palestra. Alcuni stranieri, però, non sono stati della stessa idea. Scopriamo insieme la situazione.

LBA, Qualche fuga improvvisa

L’emergenza Covid-19 dice stop alla Serie A. Non si sa ancora quale sarà il suo epilogo. In effetti è una decisione tutt’altro che semplice. Qualche giocatore, però, non è riuscito a essere tanto paziente. Aumenta sempre di più il numero dei players che decidono di tornare nel loro paese. Ognuno da una motivazione differente. In primis la paura e la voglia di stare accanto alla famiglia. Qualcuno ha deciso addirittura di non dire niente a nessuno. Lasciando, così, di sasso le società.

LBA
LBA :David Logan, a Treviso da febbraio 2019 (trevisobasket.it)

Tyler Stone è stato un apripista in questi termini. Infatti, il numero 33 di Brindisi, è scappato senza avvisare. Tutto ciò prima che avvenisse il confronto tra società e gruppo. Magari non voleva sentire un no e ha deciso la via più pratica. Fatto sta che a Nord c’è chi lo ha voluto imitare. David Logan e Jordan Parks hanno lasciato in fretta e furia Treviso. “Per quei soldi, non ne vale la pena. Meglio uscire la mattina” . Le parole di Logan affidate al suo profilo Twitter. L’agente ha detto a Sportando che tornerà quando la situazione tornerà alla normalità. Staremo a vedere. La TVB lo aspetta.

Owens si sente al sicuro

Nikolic e Fotu sono a casa. Almeida ha ottenuto il lascia passare, ma il capoverdiano è rimasto a Treviso. “Non vorrei correre il rischio di portare il virus a Capo Verde nel caso in cui lo avessi o lo prendessi durante il viaggio”. Spiega così la sua decisione. Anche Josh Owens rimarrà nel bel paese. Il centro della Grissin Bon ritiene che qua la cosa venga presa molto più seriamente. Si sente, quindi, più al sicuro. Non dello stesso avviso due suoi compagni. Reggie Upshaw è tornato negli USA, riporta La Gazzetta di Reggio. Johnson-Odom vorrebbe tanto seguirlo, ma la società non sarebbe d’accordo. Lo comunica lui stesso su Twitter.

LBA
Josh Owens, in Italia già esperienze con Aquila Trento e Reyer Venezia. (Bonalore Images)

Wes Clark di Cantù torna negli Stati Uniti. Stessa scelta di Hickman, Jones e Mitchell di Trieste e Jerome Dyson. Ancora 0 presenze per lui con la Fortitudo. Intanto i suoi ex compagni della Virtus Roma sono partiti anche loro. Oltre a James White si sono aggiunti Davon Jefferson, William Buford, Liam Farley e il nuovo acquisto Jaylen Barford. Pistoia ha concesso il rientro a Petteway. No problem anche per Travis Diener, Ethan Happ e Jordan Mathews della Vanoli Cremona. Dopo Troy Williams, anche Zach Thomas lascia Pesaro.

Varese, Douglas non è più un problema?

A Varese, invece, si è quasi arrivati allo scandalo. Su Toney Douglas si è creato il mistero. Secondo La Prealpina, l’ex Knicks si trova a Londra con la compagna in dolce attesa. Tornerà alla ripresa degli allenamenti. Justin Carter è negli States, in attesa che la famiglia lo raggiunga. In poche parole è un caos totale. Ci saranno tutti alla ripresa ?

Seguici su:

Pagina Facebook

Per altri articoli sul basket clicca qui

Back to top button