Esteri

Liz Truss si è dimessa: cosa succede adesso nel Regno Unito

Dopo le dimissioni di Liz Truss a causa del mancato sostegno di molti dei membri del suo partito, il Regno Unito si trova in una posizione scomoda. Serve un nuovo governo e anche in fretta per far fronte ai problemi internazionali e alla crisi energetica. Tra i nomi c’è anche quello di Boris Johnson, si vocifera una sua candidatura.

La situazione governativa negli Usa dopo le dimissioni di Liz Truss

Photocredit: ilmessaggero.it

I cittadini inglesi stanno aspettando il nuovo governo dopo le dimissioni di Liz Truss, la situazione governativa è molto instabile. Truss ha dato come termine ultimo per l’elezione del capo del governo la fine della prossima settimana. Secondo Graham Brady, capo del gruppo che si occupa delle leadership dei Conservatori, la selezione si dovrebbe concludere entro il 28 ottobre.

C’è bisogno di un nuovo governo al più presto. A incalzare il tempo sono le questioni politiche internazionali e il caro causato dalla crisi energetica. Indiscrezioni su una possibile candidatura di Boris Johnson, ma lo scenario non sembra favorevole. Dopo il suo governo non si era agiudicato molti consensi tra i conservatori, sembra quindi difficile che possa arrivare alla soglia dei 100 voti richiesti. Ad avere già dei consensi è invece Rishi Sunak, che al tempo aveva perso contro Truss.

Come funziona: ogni candidato deve avere almeno 100 preferenze dal partito conservatore, al momento ci portanno essere massimo 3 candidati. Se ad avere le preferenze necessarie sarà solo un candidato, diventerà automaticamente Primo Ministro. Se saranno in 3, lunedì si voterà e sarà eliminato il candidato con meno voti, per poi procedere al ballottaggio tra gli ultimi due.

Francesca De Fabrizio

Seguici su Google News

Back to top button