Cinema

Mae West, ricordando la prima sex simbol del cinema

42 anni fa ci lasciava Mae West. È stata un grande talento delle commedia teatrale e cinematografica, famosa per le sue piccanti battute che le hanno conquistato Broadway e Hollywood. È stata inserita al quindicesimo posto nella classifica delle più grandi star della storia del cinema dall’American Film Institute.

“ È una pistola quella che hai in tasca, o sei solo contento di vedermi?”

Questa è una delle irriverenti battute che Mae West ha pronunciato nel film “Lady Lou” di Lowell Sherman. Del resto la West è diventata una star per la sua comicità trasgressiva e libertina che unita alle sue pose provocanti ha fatto di lei la prima sex symbol della storia del cinema. La West infatti era famosa per scrivere battute e sceneggiature da sola per cui ha dovuto fare i conti molto spesso con un’accanita censura cinematografica. A questo a causa del suo anticonformismo con cui spesso parlava di argomenti che alla sua epoca d’oro, gli anni 30′, erano tabù come il sesso. È proprio perchè non le fu più possibile scrivere sceneggiature senza che venissero tagliate e stravolte dalla censura decise di abbandonare il cinema e di tornare al teatro. Si rivide sul grande schermo solo in tarda età.

Mae West e i suoi cinque ruoli cult

Mae West, fonte mondo-digital.com

Dalle sua grande produzione attoriale abbiamo scelto quelli che per noi sono i cinque ruoli cult di Mae West. Iniziamo la nostra carrellata cinematografica con “Lady Lou”di Lowell Sherman. È una delle cento migliori commedie americane secondo l’American Film Institute in cui la West è Lady Lou, l’affascinante e irriverente gestore e cantante di un night club. È anche l’inizio del sodalizio con giovanissimo Cary Grant che proseguirà in “Non sono un angelo” di Wesley Ruggles. Qui nel suo film di maggior successo la West è Tira, una vera mangiatrice di uomini e donna di circo.

Dobbiamo poi ricordare “Annie del Klondike” di Raoul Walsh dove la West ricopre il doppio ruolo di una presunta assassina in fuga e di una suora missionaria che insieme salvano una missione in difficoltà finanziaria. In “Go West Young Man” di Henry Hathaway la West è invece l’affascinante e sexy attrice star Mavis Aden. Concludiamo la nostra carrellata con uno dei maggiori film di successo al botteghino del 1940 come “Mia bella pollastrella” di Edward F. Cline, una divertente commedia dove la West è la prosperosa moglie di un commerciante che si innamora di un giornalista.

Stefano Delle Cave

Seguici su Google news

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave è scrittore, giornalista pubblicista e regista. Laureato magistrale in D.A.M.S. all’Università di Roma Tre. Gli articoli redatti da Stefano giornalista hanno per tema il cinema, la cultura e la società civile in genere.
Back to top button