Manovra 2020 da 32 miliardi: rush finale alla Camera

Il voto finale nel pomeriggio alla Camera sul testo della manovra che diventerà legge

ROMA – Oggi alla Camera il voto di fiducia alla manovra da 32 miliardi. Il Governo ha posto la fiducia, la quinta in sette giorni e le opposizioni hanno contestato la strozzatura dei tempi del dibattito.

Lega, Fratelli d’Italia e FI hanno parlato di “schiaffo” al Parlamento, il Governo è però soddisfatto di aver portato a casa un intervento da 32 miliardi, evitando l’aumento dell’Iva. In serata, maggiori novità sulla questione manovra.

Nessun aumento Iva, taglio del cuneo fiscale, lotta all’ evasione e incentivi a chi usa le carte di credito, superticket addio dal primo settembre. E poi plastic tax e sugar tax.

Il blocco dell’Iva vale 23 miliardi. Se non ci fosse stato, sarebbe pesato per circa 541 euro all’anno sui budget familiari. 

Per il cuneo fiscale stanziati 3 miliardi per il 2020 e 5 per il 2021. Oltre che da un maggior ricorso al deficit e dalla spending review, la legge e’ finanziata dalla stangata sui giochi. 

CLAUSOLE DI SALVAGUARDIA CANCELLATE, AUMENTO BENZINA DAL 2021

Cancellate totalmente per il 2020 e in parte per il 2021 le clausole di salvaguardia (aumenti previsti dalle aliquote Iva e delle accise). Dal 2021 stangata sulla benzina per allentare la stretta sulle auto aziendali.

PLASTIC TAX, SUGAR TAX E AUTO

La plastic tax entra in vigore da luglio con un’imposta fissata a 45 centesimi al chilo per i prodotti monouso. Sugar tax rimandata ad ottobre che rimane a 10 centesimi al litro. Azzerata la stretta sulle auto aziendali che partirà a luglio.

TAGLIO AL CUNEO FISCALE

Nasce il Fondo per la riduzione del carico fiscale su tutti i lavoratoti dipendenti.

Per i lavoratori non aventi diritto al “Bonus Renzi” ci saranno fino a 50 euro in più al mese in busta paga. Questo porterà in termini economici circa 500 euro in più nel 2020 e 1000 euro in più nel 2021.

Per i lavoratori aventi diritto al “Bonus Renzi”, pari ad 80 euro, dal taglio del cuneo percepiranno solo 40-50 euro annui in più.

BONUS FAMIGLIA E BONUS BEFANA DAL 2021 PER CHI USA PAGAMENTI ELETTRONICI

Bonus famiglia in arrivo in tre formati differenti: bonus nido, bonus bebè e bonus allattamento.

Per quest’ultimo il contributo sarà di circa 400 euro per l’allattamento delle mamme che non possono nutrire il bambino, a causa di alcune patologie. Tutto ciò studiato per il sostegno e la valorizzazione della famiglia.

Confermato anche il bonus cultura da 300 euro per i diciottenni. 

Per il bonus befana invece la manovra punta ad aumentare l’utilizzo dei pagamenti elettronici tracciabili per ridurre l’evasione fiscale, con un rimborso in denaro per chi usa metodi di pagamento come carte di credito e bancomat. Il bonus scatterà nel 2021.

STOP SUPERTICKET

Abolizione del superticket, cioè la quota per le prestazioni sanitarie a carico dell’assistito. Stanziati circa 185 milioni per il 2020.

Stanziati inoltre 2 miliardi per l’edilizia sanitaria e l’ammodernamento tecnologico, al fine di favorire l’utilizzo di apparecchiature sanitarie, per ridurre le liste d’attesa dei pronto soccorso.

Più soldi anche per disabili e non autosufficienti, previsti dalla manovra.

WEB TAX 

Dal primo gennaio la digital tax scatterà sulle rendite dei colossi del web, con un prelievo del 3% sui ricavi di società di servizi digitali. La previsione è raccogliere circa 600 milioni di euro l’anno.

TASSA SULLA FORTUNA IN AUMENTO

Entrerà in vigore dal primo marzo la cosiddetta tassa sulla fortuna che porterà  alle casse dello Stato un’entrata di 308 milioni di euro. Il prelievo sulle vincite superiori ai 500 euro sarà del 20%, dal 12% al 20% quello sulle new slot con vincite sopra ai 200 euro.

INFRASTRUTTURE, SICUREZZA STRADE ED EDIFICI E RISORSE AI COMUNI

Arrivano i contributi per le politiche sul territorio e per i progetti di rigenerazione urbana, per ridurre il degrado e migliorare la qualità del decoro urbano. Fondi in arrivo anche per investimenti su infrastrutture e opere pubbliche e per la messa in sicurezza di edifici pubblici, strade e ponti. 

Leggi tutta l’attualità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA